sabato 13 settembre 2014

Homemade E-Cigarette Vaporizer

Bravo! Bel lavoro...ma stai sicuro che lo faremo migliore, più veloce, più potente, più maneggevole....

http://www.instructables.com/id/DIY-Electronic-Cigarette/?ALLSTEPS

Grazie.

P.S. la nebbia agli irti colli piovigginando sale. Ripeto: la nebbia agli irti colli piovigginando sale.

P.P.S... sono curioso di vedere come il PS precedente verrà tradotto da gugol. LOL

mercoledì 10 settembre 2014

Samsung SCX-4521F (riparata)

E' bastato saldare uno ad uno i fili del cavo dell'ADF tranciato da un peracottaro in vena di improvvisazione tecnica e la stampante è tornata come "nuova". 3 ore di lavoro che non avrei dedicato a nessun "cliente" che non si meritano proprio lavori di questo tipo. Fanchiulo, continuate a buttare, comprare e lamentarvi. Niente foto, non è un "guasto comune" che meriti di essere documentato. Non è stato poi così semplice come vorrei raccontare. Unire i fili ed isolarli uno ad uno con del tubetto termorestringente ha inevitabilmente portato all'aumento della sezione totale del cavo, a sua volta protetto con un tubetto più grande  che non è sfilato tutto ma ha lasciato scoperti alcuni fili (isolati ahimè con del nastro isolante, lo so esteticamente brutto ma funziona, tanto si vede poco). Ad ogni modo sono riuscito comunque a (ri)infilare il cavo nella sua sede. Con l'occasione ho anche: 
  • pulito dall'interno il vetro dello scanner, 
  • recuperato due viti che erano finite sotto il pannello di controllo (e trovarne altre due che mancavano dal sacchetto delle viti di recupero), 
  • pulito l'interno, 
  • sistemato alcuni cavi volanti che il peracottaro aveva lasciato fuori sede, 
  • fissare alcune parti montate male. 

Il lavoro è stato agevolato, di molto, dal service manual, trovato agratis per fortuna (è in vendita a 5 dollari in alcuni siti), fonte preziosa di informazioni e di dati tecnici interessanti per recuperare eventualmente i componenti interni quando un domani deciderò di riutilizzarli per chissà cosa. Che altro? Ah...il coperchio del flatbed è fissato con due clips di teflon....proprio non mi ricordo come erano montate... sarà la stanchezza...ci starò attento.  Ed ora posso dismettere l'accapì a getto di inchiostro che ha davvero la necessità di essere lavata internamente e riportata in sesto come fosse nuova di fabbrica... magari la vendo per 20/30 euro così recupero il costo del toner che è esaurito
Da un lato sono felice, ce l'ho fatta, dall'altro un pò triste. Ho sacrificato la visita alla compagna che ci è rimasta un pò male. Capisco piccina. Ci si vede tutti i giorni e pensavo che per una sera potessi capire che desideravo tornare nel bunker a trafficare con le mie cose. Ho una miriade di progetti in sospeso ma prima o poi dovrò riprenderli in mano. Mi serve per formazione personale, per lavoro, per svagarmi, per recuperare un pò di fiducia in me stesso e non pensare (almeno per un pò) alla merda che c'è fuori. Alla prossima.

P.S. il verme è nella mela e il baco non fa seta. Ripeto: il verme è nella mela e il baco non fa seta.

Samsung SCX-4521F (riparazione?)

No, non ci potevo credere, è impossibile! Mi pareva proprio impossibile. Da un occasionale giretto in cantina del solito sprecone che, dopo un periodo di accumulo, si accorge di non avere più spazio, fra le cose recuperate salta fuori una stampante laser B/N multifunzione Samsung SCX-4521F con funzioni di fax (che non mi interessa) ed un magnifico caricatore di fogli per lo scanner. Proprio il giorno prima, all'accensione dell'attuale HP che uso in ufficio, sento un bang! clack! Stock!! Crack! Clack, Clack! Sbam!! ed il carrello inizia a sbattere a destra e sinistra senza alcun controllo... una stampante indemoniata penso, forse i vicini mi hanno lanciato una macumba. Vabbè, so già da cosa dipende, è cosa facilmente riparabile e basta recuperare una mezza giornata, che non ho, per risolvere. 
La multifunzione laser capita a fagiolo. La vorrei mettere al posto di quella a getto che uso poco sulla quale periodicamente ed immancabilmente le testine (nuove) si seccano ed occorre bestemmiare in aramaico per farla ripartire. La samsung invece ha un costo del toner che è abbordabile, decente, sostenibile, per cui decido di collaudarla. Per le stampe a colori ho già una laser di recupero. Per le stampe di tutti i giorni una laser con un basso costo stampa è ottima. Se funziona la adotto (e se non funziona ne ho altre due pronte da rigenerare). La accendo e provo. Anche se segnala la mancanza di toner, riesco comunque a stampare le pagine di test (grazie anche alla funzione del firmware che disabilita l'allarme del toner). I driver per linux ci sono...proprieteri come quelli accapì, ma ci sono e la stampante viene riconosciuta al 100% scanner compreso...perfetto... passo a collaudare l'ASF.... morto... non si muove, defunto... hoibò come osa? Proprio quello che mi serviva. 
Decido di chiedere lumi all'ex proprietario... che ne so.... per me è perfetta, funzionava perfettamente... l'ho buttata per prenderne una nuova dopo che la segretaria si è lamentata... sprecone. Decido allora di approfondire l'indagine. Quando lo scanner funziona ma è "guasto" solo il caricatore dei fogli, ci deve essere qualcosa di localizzato nell'unità che ospita il motore, gli switch ed il sensore di presenza fogli. Apro, sollevo, guardo.... e..... e..... noooooooo.... un cavo tranciato di netto!! probabilmente per aprire, il vecchio proprietario non ha pensato di meglio che tagliare il cavo... altrimenti l'unità ASF non veniva via e non si riusciva a pulirla... incredibbile!! ora mi tocca procurarmi il cavo nuovo ma non ci voglio spendere nemmeno un euro.... mi sa che, armato di pazienza, tanta pazienza, giunterò nuovamente il cavo a mano, non ho altra soluzione (e mi toccherà smontare proprio quella parte che è più delicata e difficile. L'ASF mi serve proprio, è comodo per scannerizzare pacchi di fogli senza metterli uno ad uno...si risparmia un sacco di tempo. L'attuale ASF nell'accapì è lento e fa dei rumori strani...si sente come un rumore di gomma sulla plastica e degli ingranaggi che grugniscono... non ho proprio intenzione di aprire, controllare, lubrificare col rischio di rompere qualcosa. Preferisco procedere con il tentativo di riparazione sperando mi possano aiutare i colori dei cavi e che qualche progettista cinese non abbia pensato di renderci la vita difficile a noi occidentali che degli orientali non sappiamo nulla e per questo li guardiamo con sospetto. Procedo...con calma... alla prossima.

P.S. le pere sono mature. Ripeto: le pere sono mature.