martedì 2 settembre 2008

Rigenerare una stampante laser


Le stampanti con tecnologia laser, sono soggette ad una serie di problematiche che, col tempo, le rendono praticamente inutilizzabili. Iniziano a stampare in grigio, sporcano il foglio, presentano delle rigature orizzontali o verticali, alcune aree risultano sbiadite o bianche. Ogni difetto evidenziato rivela un tipo di problematica diverso. Vediamo cosa si può fare.
Le righe verticali: Verticali guardando il foglio A4 con il lato più lungo in verticale. Indicano con buona probabilità la rigatura del tamburo o la presenza di qualche corpo estraneo a contatto (ragni, insetti, pezzi di carta strappata,...). Per ovviare a questo inconveniente è possibile tentare una pulizia accurata e lucidatura del tamburo fotosensibile, di solito incluso nella cartuccia, protetto da uno sportellino a molla che si apre all'inserimento, di colore verde, blu o tonalità intermedia. La pulizia si esegue con un prodotto specifico, prestando attenzione ad operare in un ambiente aspirato e micro-filtrato. Non è infatti per nulla salutare la respirazione di microparticelle invisibili di plastica che si accumula nei polmoni. Il tubo fotosensibile (che non va mai toccato a mani nude), si può sostituire se si trova il ricambio adeguato (difficilmente vendibile al privato come pezzo singolo). La sostituzione del tubo fotosensibile, richiede lo smontaggio completo della cartuccia. E' un operazione che si sconsiglia di eseguire a casa, a meno di disporre di adeguati strumenti. Si suggerisce pertanto di sacrificare il portafoglio (sic!) e rivolgersi ad un centro specializzato (evitando i peracottari che "rigenerano" in cantina).
Le righe orizzontali: sono spesso dovute a cattivo utilizzo del tamburo, rovinato lungo il suo asse longitudinale. Se il problema si manifesta sulla carta ad intervalli regolari, allora sicuramente siamo in presenza di un tamburo rimasto fermo per lungo tempo in ambiente umido e polveroso. Se si manifestano sulla superficie del tamburo delle rigature, si può pensare ad una maldestra manipolazione dello stesso in fase di sostituzione o stoccaggio. La distanza fra una riga orizzontale e l'altra, generalmente dovrebbe essere pari alla circonferenza del tubo fotosensibile
Le righe orizzontali "sbiadite": evidenziano invece che il tamburo è rimasto esposto alla luce per lungo tempo (conservarli sempre nella confezione originale dentro il sacchetto nero che non va buttato). Per risolvere, occorrerebbe applicarci uniformemente uno strato di prodotto elettrostatico (esiste in commercio ma è raro trovarlo e difficile procurarselo come privati).
Presenza di immagini o testo fantasma (della pagina precedente): Siamo in presenza di un problema al circuito di scarica elettrostatica, operato da un pettine di fibre flessibili collegate a terra. Spesso, per risolvere, è sufficiente pulire bene i contatti della cartuccia con un prodotto specifico a base di etanolo (cmq estremamente volatile e non grasso) o alcool isopropilico. A volte è necessario pulire anche i contatti interni, nel vano di appoggio della cartuccia toner. Alcuni modelli di cartuccia (es. Brother 700hl) hanno una slitta da far scorrere avanti ed indietro, che gratta la griglia metallica di carica. Nel fare questo, accade se non si è attenti che alcuni granelli di toner vanno a cadere sul tamburo, a volte peggiorando il problema.
Il toner viene via dal foglio: resta in polvere e viene via con le dita. Significa che non è stato fuso a dovere dal fusore che sta nella parte finale. Solitamente basta pulire il tamburo in silicone (arancione o grigio) con un apposito prodotto sciogli-incrostazioni (è in grado di sciogliere il toner già fuso, ovvero la plastica). Attenzione che in certe stampanti di ultima generazione potrebbe essere sufficiente cambiare (dalle impostazioni di stampa) il tipo di carta usata. La temperatura del fusore è infatti regolata dal firmware in funzione del tipo di carta (etichette, plain paper, carta lucida,, buste, acetati trasparenti ecc...)...fare dei tentativi prima di smontare il fusore è cosa saggia. Il Fusore, nei casi più disperati può essere reperito come parte di ricambio (se il portafoglio lo permette). Se proprio il toner non si attacca e resta tutto in polvere...il fusore è andato. Al suo interno c'è una lampada alogena od una resistenza elettrica (nei modelli HP) e vari termo-fusibili oltre ad interruttori bimetallici per evitare troppi surriscaldamenti. Questi interruttori bimetallici si ripristinano da soli quando la temperatura torna ai valori "normali" mentre i termofusibili una volta fusi sono da buttare (e difficilmente sono accessibili o reperibili come ricambi o addirittura sostituibili in quanto elettro-saldati ai collegamenti).
Presenza di macchie bianche dai profili ben definiti: Solitamente la causa è qualche etichetta rimasta attaccata al tamburo. In quell'area il toner non si attacca elettrostaticamente al tamburo. Il difetto si presenta ciclicamente sul foglio a distanza pari a quella del diametro del tubo fotosensibile.
Stampa sbiadita in aree verticali o aree diffuse su tutto il foglio: Le cause possono essere due. Contatti sporchi che impediscono al tamburo di caricarsi elettrostaticamente o Specchi di deflessione del raggio laser coperti da patina (micropolveri, fumo ecc...). Teoricamente una pulizia dei vetri accessibili dovrebbe essere sufficiente, tenendo bene a mente che occorre utilizzare un prodotto estremamente volatile e che non lasci residui grassi (niente benzina, acquaragia o prodotti a base di petrolio), meglio un panno in microfibra, asciutto. Ricordare che ciò che si vede ad occhio nudo (sembra pulito) non sempre è quello che viene visto dal sensore di lettura (solitamente dei fotodiodi). Nel 70% dei casi il problema si risolve. Nei casi più difficili, stampanti usatissime o utilizzate in ambienti polverosi o in presenza di fumo, il problema può risiedere negli specchi interni al gruppo laser. Nelle stampanti di qualità, questo è "sigillato" in modo che non entrino corpi estranei. Non sempre è così. Smontare un gruppo ottico non è sempre un operazione facile. A volte occorre smontare la stampante ai minimi termini per avere pieno accesso al pezzo. Solitamente il gruppo ottico è tenuto assieme con delle viti per cui è facile da aprire o tenuto assieme con delle clips plastiche su cui far leva con un cacciavite a testa piatta. Meno agevole invece lo smontaggio degli specchi e delle lenti (si suggerisce di lasciarle al loro posto in quanto allineate meccanicamente o a volte tenute in sede da colla). La parte maggiormente soggetta a sporcarsi è lo specchio di deflessione posto a 45 gradi nella parte di uscita del raggio laser. Si forma una patina semitrasparente che va rimossa con un panno in microfibra asciutto o imbevuto da solvente specifico (non deve lasciare pelucchi). Non usare prodotti tipo "vetril" o simili, che lasciano residui fastidiosi (coloranti, profumi ecc...) che potrebbero rendere inutilizzabile il pezzo.
specchio rotante a 4 lati Impensabile ordinare la parte di ricambio in quanto costa più della stampante nuova. Raramente è necessario pulire lo specchio rotante (esagonale, ottagonale o quadrato).
Foglio sporco - presenza di macchioline (caccole) disposte casualmente sul foglio. Il problema risiede nel gruppo fusore, composto da due rulli. Uno in gomma siliconica ed uno riscaldante ricoperto da una plastica resistente alle alte temperature. La gomma siliconica può perdere col tempo la sua capacità antiaderente e va rigenerato con apposito spray, assieme all'altro tubo riscaldante sulla cui superficie andranno rimosse tutte le eventuali tracce di toner "rinscecchito" con un solvente specifico (raro e disponibile solo nei centri specializzati).
Altri sintomi possono essere causati da problemi ai contatti. Quest'ultimi sono assicurati con delle piastrine in rame o acciaio o dei perni a spinta su delle molle. La polvere di toner, sottilissima, si annida, si infiltra e si accumula col tempo nei posti più impensabili. Evitare di sparare l'aria compressa per rimuoverla, si rischia di annidare la polvere in posti ove prima non era presente. Evitare di aspirarla con il "folletto" o con qualsiasi aspirapolvere usualmente in commercio del tipo a sacchetto di raccolta. Si ottiene solo di disperdere la polvere nell'ambiente in quanto i normali filtri non riescono a trattenere le micro particelle di toner. Se si usano invece i modelli aspiratori ad acqua e micro-filtro, non so se possono andare bene. Sicuramente meglio dei precedenti. Per aspirare il toner esistono in commercio degli aspira-toner portatili con microfiltri specifici. Personalmente mi fido di quest'ultimi, anche se la tentazione di creare un sistema di microfiltrazione dell'aria auto costruito mi stimola parecchio (e non è detto che prima o poi ci provi).
Che altro suggerire? La rigenerazione di una stampante laser è possibile, per raddoppiare la sua durata, ma richiede un minimo di conoscenze , di attrezzature e prodotti che non sono proprio alla portata di tutti. Come sempre va valutato il costo di rigenerazione che non si concentra solo sulla cartuccia ma su tutta l'apparecchiatura. Il tempo necessario ad una rigenerazione completa varia dalle tre alle cinque ore (per un lavoro a fondo ed in funzione della marca). E' quindi economicamente poco conveniente farlo come impresa, ma se si ha il pallino di arrangiarsi ed il portafoglio vuoto, è possibile. Come ultimo recupero, ho adottato una Lexmark E323 con interfaccia di rete, destinata al macero da un azienda seguita da un informatico particolarmente sprecone (tanto i soldi dell'azienda non sono i suoi... si vanta in giro). Senza prodotti specifici, con l'animo della serie "o la va o la spacco", ho pulito i rulli e le finestrelle di uscita del raggio laser (quelle accessibili dall'esterno) con uno sgrassante (Cyclon) e dei normali fazzoletti di carta (più un paio di "cottonfiocc" per le orecchie), senza la necessità di smontare nulla (beh, il tamburo/cartuccia si, ovvio). La cartuccia che contiene il tamburo è stata rigenerata presso un centro specializzato... 30 euro, azz...un vero furto. Cmq funziona che è una meraviglia (ho avuto c*lo dai). 10 ppm contro le 4 ppm della precedente che è andata in pensione, in attesa di essere smontata e per di più con funzionalità di rete (una porta usb disponibile nel server per altre apparecchiature). La necessità aguzza l'ingegno e di necessità in virtù. Alla prossima.

P.S. Ugo vuole più formaggio. Ripeto: Ugo vuole più formaggio.

35 commenti:

Valentino ha detto...

Ottima guida!

Anonimo ha detto...

sicuramente una guida abbastanza esaustiva ed utile per tentare una rigenerazione "fai da te". Sempre meglio dell'usa e getta. Grazie

Mhak

Anonimo ha detto...

Ciao, grazie per aver postato questa utilissima guida...volevo chiederti una cosa..io ho notato che la mia ultimamente fa un tipo fischio quando esce la stampa, per poi peggiorare da non poterla usare più..cosa potrebbe essere?

unamico ha detto...

un fischio? puoi spiegarti meglio per cortesia? è un rumore tipo qualcosa che "sfrega"?
cosa intendi con "...per poi peggiorare..." e "...da non poterla usare più..."??

Anonimo ha detto...

Salve,per prima cosa ti ringrazio per la guida perche mi hai dato una speranza per la mia stampante,è da un paio di mesi che la mia hp laserjet cm1312nfi stampa fogli sbiaditissimi,quasi non si vedono le scritte,proprio come dici in una frase sopra a fantasmino.Appena cominciato a fare il difetto ho chiamato un mio amico che ripara pc e stampanti e vedendola mi disse che c'è un pezzo che dovrebbe essere cambiato,il cui nome mi sfugge completamente.Ora vorrei chiederti,che dici se la smonto e provo a pulire la parte dei sensori e un po tutto il resto potrei risolvere il problema?ho 8 toner nuovi,non originali ma funzionanti,al principio credevo fossero quelli il problema.Grazie ancora

unamico ha detto...

Anonimo, potrebbe essere il tamburo, anche se sarei propenso a rivedere gli specchi (patina opaca).... una revisione completa non sarebbe male, con pulizia generale e vedere che succede. Ciao e fammi sapere se risolvi (e come)

Alberto1974 ha detto...

Ciao a tutti, ho una stampante laser multifunzione hp, quando faccio una copia, la stampa viene perfetta, mentre quando lancio la stampa da computer, il foglio è pieno di righe orizzontali nere e bianche di larghezza 1 cm circa e sotto si intravede la stampa. Cosa può essere?

unamico ha detto...

Alberto1974... e mica è un forum questo! :-) Cmq... dal sintomo che descrivi non mi è chiaro quale possa essere il problema. La copia la lanci premendo il pulsante sulla stampante? Può essere che la copia non usa il toner nero mentre la stampa da PC si (prova ev.te a cambiare i settaggi da PC e vedere che succede...io proverei così...qualità, stampa B/N o solore, opzione usa solo toner nero ecc...). Altrimenti non so proprio come aiutarti. LA strada è capire qual'è la differenza fra le due opzioni e cercare di comprendere se sono coinvolti circuiti diversi. A me è capitato una stampa di autotest perfetta ed una stampa da PC sbiadita... non ho mai risolto quel tipo di problema.
Ciao

Blue ha detto...

Ciao e grazie per la guida :)

Ho appena rigenerato il toner della mia stampante samsung ML 1640. Sul centro del foglio ora appaiono delle righe sbiadite verticali sottili, praticamente sembrano le stesse che iniziano a comparire quando il toner sta per finire e in genere si risolve ruotando la cartuccia per distribuire il toner. Nel mio caso però ruotare, agitare o sbattere la cartuccia sembra non serva a nulla :(

Qualche consiglio?
Grazie :)

unamico ha detto...

Blue, un ispezione al tamburo ed ai rulli non sarebbe una cattiva idea.

Blue ha detto...

Grazie della risposta :)
Ho smontato la stampante e sembrava tutto ok, ho provato a riaprire la cartuccia e a pulire il tutto e ne ho risolto soltanto che ero coperto di toner dalla testa ai piedi e ora stampa tutto sbiadito... credo sia ora di cambiare cartuccia. Tutte le volte che faccio quest'operazione mi riduco come un calimero con tanto di mascherina per non morire intossicato... forse è meglio se dico addio alle ricariche fai da te :)

unamico ha detto...

Blue... mi sembra che anche gli specchi andrebbero puliti (ma il tamburo quante ricariche ha visto?). Se durante la rigenerazione ti riduci ad un calimero, immagina quanto ce ne deve essere dentro la stampante. in bocca al lupo.

Fracesco80 ha detto...

Ciao, complimenti per la guida! avrei da sottoporti un quesito. Ho una canon LBP5200, stupenda! ho il problema del testo fantasma ma non riesco a capire se dipende dal tamburo, dalla lama di pulizia o da altro. Sinceramente non risco ad individuare il pettine a cui fai riferimento. Se riesci a darmi qualche indicazione, te ne sarei grato ;)

unamico ha detto...

Francesco80... premesso che nei confronti di C*non ho emesso una fatwa 25 anni fa... mai più a casa mia e fanchiulo a loro... ragiona... 90/100 è il toner che rimane sul tamburo... la lama è poco probabile perchè non "gratta" via nulla (regola solo lo spessore depositato elettrostaticamente). Il pettine non lo trovi perchè la stampante probabilmente usa un altro sistema... dovresti smontarla per capire bene. Generalmente una buona pulizia fatta con un minimo di granu salis risolve (occhio a non fare danni e a non intossicarti, è pericoloso).

Marco ha detto...

Sono alla ricerca del prodotto elettrostatico per i drum delle stampanti, dove si può trovare? ha un nome specifico?
Grazie

unamico ha detto...

Francesco80... credo che google possa darti una mano. Al momento non ho sottomano alcun link ma presso qualche rivenditore serio di cartucce rigenerate (qualcuno di serio c'è) e ben fornito, credo che puoi trovare quello che ti serve. In genere si trova sotto la categoria "accessori rigenerazione" o assieme ai tubi fotostatici di ricambio. Fammi sapere se risolvi. Grazie e ciao.

Anonimo ha detto...

Buonasera la mia stampante laser CM1312NFI stampa chiarissimo quasi a non leggere. Come potrei risolvere? in passato il problema gia è stato sollevato ma non ho trovato riscontro su una risposta

unamico ha detto...

Anonimo...veramente ti avrei risposto DOMENICA 22 APRILE 2012 01:39:00 GMT+1 Hai fatto quello che ti ho suggerito?

Anonimo ha detto...

"Francesco80... premesso che nei confronti di C*non ho emesso una fatwa 25 anni fa... mai più a casa mia e fanchiulo a loro..."

Informati allora le Canon laser sono prodotte da HP ... le laserjet 2600n sono anche rimarchiate LBP **** senza display e con il toner con aggancio diverso ma sono gli stessi modelli.

unamico ha detto...

Anonimo...grazie ma lo so che Canon fornisce i pezzi per HP. Comunque... Canon mai più per motivi "storici", per le loro politiche di chiusura. da HP solo stampanti che gli altri buttano. E' in cantiere una stampante open source ed open hardware... aspetterò.

Anonimo ha detto...

buona sera
domanda per chi mi sa aiutare ho una stampante hp3015 difetto stampo 10 fogli da chiaro illeggibile il decimo si legge bene anche se non è bello nero se ristampo da capo anche dopo 30 secondi il primo foglio è chiarissimo pensando fosse un problema di riscaldamento ho fatto che sostituire la resistenza e pellicola
cosa potrebbe essere'' premetto questa stampante l'ho recuperata dal mio ufficio e di fogli ne ha stampati tanti .
saluti
Fernando

unamico ha detto...

Fernando, hai terminato i punti e le virgole o cosa? e poi...questo non è un forum di assistenza, è il mio blog!! rispondo solo io, purtroppo o per fortuna ;-) Cmq... non saprei... se la quantità di toner diminuisce con più copie in serie, non saprei a cosa attribuire la causa.
Forse, ed è il caso peggiore come ipotesi, c'è nell'elettronica dell'alta tensione qualche componente che a caldo (o in particolari condizioni) varia il suo valore nominale e diminuisce l'HV nella parte che carica elettrostaticamente il tamburo (è un guasto di difficile individuazione a meno di non usare una termocamera). Altre cause non mi vengono in mente. In ogni caso pulisci tutto in modo maniacale seguendo le raccomandazioni e prova a verificare se il problema persiste. Altrimenti ti tocca trovarne una uguale e recuperare la scheda che alimenta l'alta tensione. In bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

Salve io ho il seguente problema: righe orizzontali dovute ad un tamburo rimasto fermo per lungo tempo in ambiente umido. cosa posso fare?
grazie

unamico ha detto...

Anonimo....cambiare il tamburo no?

Anonimo ha detto...

Ho una samsung cmx 3170 ferma da un paio di anni, riattivata e
1 righe orizontali
2 stampa fantasma
Come posso risolvere il problemagrazue eduardi
Come

unamico ha detto...

1 cambia tamburo o tubo fotosensibile
2 - già spiegato cosa fare
ciao

Anonimo ha detto...

Ciao ho letto tutta la tua guida, purtroppo solo ora, perché in passato mi avrebbe fatto risparmiare tanto tempo e denaro. Comunque meglio tardi che mai!. So che non è un forum ma il tuo blog, ma non ho trovato risposta ne nella guida ne nei commenti e quindi mi permetto di chiederti un suggerimento. La mia Samsung SCX 4521F stampa delle strisce grigie orizzontali nelle aree senza stampa, quindi soprattutto all'inizio e alla fine del foglio, o se lascio qualche rigo vuoto in un testo. Una striscia uniformemente grigia lungo tutta la larghezza del foglio e spessa lo spazio dell'are senza stampa. Non credo in un problema del fusore visto che interrotto la stampa prima che il foglio arrivasse al fusore e la striscia grigia già c'era. E ho già sostituito il toner 2 volte :(.
Grazie mille, francesco.

unamico ha detto...

Ciao Francesco... ho in casa una stampante uguale. la cartuccia del toner contiene anche il tamburo fotosensibile... la striscia grigia è dovuta a toner che si attacca al tamburo dove non dovrebbe... occorre capire perchè... è il laser che carica elettrostaticamente il tamburo per cui si potrebbe pensare che è in qualche modo "sfuocato" causa sporcizia sulle lenti di deflessione o sugli specchi... potrebbe... oppure si potrebbe pensare al pettine di scarica che non fa il suo dovere (più probabile). Non escudo un "guasto" di quelli strani alla scheda elettronica (la parte carica scarica HV, fai attenzione ai condensatori carichi). Controlla visivamente se si vede qualche condensatore rigonfiato nella sommità
Io al tuo posto, anche per curiosità, smonterei il più possibile la stampante e la pulirei a dovere, per bene ed a fondo (contatti mobili, compresi quelli verso massa). Il gruppo laser specchi è il più ostico e si rischia di fare danni ma tentar non nuoce.
Di più al momento non mi viene in mente nulla. in bocca al lupo

Anonimo ha detto...

E' davvero una stampante buona e non vorrei rinunciarci. Un'ultima cosa, secondo te è più verosimile che sia un problema della stampante piuttosto che del toner? Almeno evito di buttare altri soldi in inutili prove con toner diversi.
Ancora grazie.

unamico ha detto...

Francesco, mi scrivi che la cartuccia toner l'hai cambiata 2 volte, presumo senza risolvere il problema.... per cui possiamo ecludere la causa toner/tamburo.
Qui https://www.manualslib.com/manual/473725/Samsung-Scx4521f-B-W-Laser-All-In-One.html trovi il service manual per capire bene come funziona la tua stampante e quindi capire meglio dove cercare il problema.
in bocca al lupo :-) (e crepi)

Maya ha detto...

Ciao! Vorrei approfittare anche io della tua esperienza se non ti dispiace. Ho una Brother DCP 1510 che cigola da quando prende il foglio fino a che non lo rilascia e lo fa da quando è stata sballata e messa in funzione. Non ho la più pallida idea di quale sia il problema o di cosa fare per risolverlo. Tu che ne pensi? Grazie mille.

unamico ha detto...

Maya, se è in garanzia portala a far vedere. Forse manca un pò di grasso lubrificante su qualche perno... ma capire quale... o forse è un difetto di fabbricazione. Se non hai esperienza, non mi sento di dirti di aprirla, cercare di capire cosa "cigola" e provare con un pò di olio per macchine da cucire (io farei così) ma se non hai mai riparato una laser rischi di fare danni.

Anonimo ha detto...

Ciao sono Francesco, sono tornato per dirti che ho risolto il problema. Dal service manual ho visto che mancava un pezzo che sicuramente avevo smarrito in qualche smontaggio. In pratica era una piccola molla metallica che permette il contatto tra gli elettrodi del toner e la piastra su un lato della stampante. Grazie mille.

unamico ha detto...

Francesco,
davo per scontato che la stampante fosse stata meccanicamente integra.
cmq, per la "riparazione"...sei un grande.

Maya ha detto...

Grazie mille per avermi risposto!!! La porterò in assistenza perché io non saprei dove mettere le mani