lunedì 2 marzo 2015

De Longhi Espresso ECO310.V (riparazione)

Il solito "ospite" a cui si deve offrire il caffè espresso e la macchinetta inizia a spandere acqua a fontanella, dall'interno. Perde acqua non dalla guarnizione ma da dentro... oi oi... son dolori. Non si tratta di un banale "guasto" da usura della guarnizione che sigilla l'erogatore, spero solo si sia sfilato qualche tubicino. Urge riparazione immediata, senza caffè espresso in casa...giammai! il caffè è un diritto fondamentale dell'uomo e guai a toccarlo!
La macchinetta viene immediatamente portata in laboratorio e si parte con la riparazione fai da te (e fanchiulo ai riparatori professionisti da 60 euro solo per diritto di ispezione).
Vediamo l'hardware:
De Longhi Macchina da caffè espresso Cat. MN Type ECO310.V (non molto documentata in rete). Di un manuale tecnico nemmeno l'ombra, che spieghi come aprire ed ispezionare l'interno, niente part list con codici originali da ordinare. Occorre ingegnarsi e provare, sperando di non rompere nulla. Allora, si inizia con le viti a vista. L'obiettivo è estrarre tutta la meccanica interna, anche per fare in modo che sia agevolmente possibile un lavaggio a fondo delle parti in plastica, che inevitabilmente si incrostano con la polvere del caffè (a casa mia le cialde sono vietate per legge! uno spreco inaccettabile e rifiuti in più da smaltire... not eco friendly).
Somtaggio
  • Svitare le 4 viti con testa a croce in prossimità dell'alloggiamento del cavo 230V nella parte inferiore. 
  • Svitare le 4 viti di sicurezza incassate, sempre nella parte inferiore, con testa T20 Torx (serve la punta T20 forata al centro)
  • Togliere la vite con rondella che tiene fissati i due tubi di plastica trasparente ove si incastra il serbatoio dell'acqua
  • Togliere la manopola del vapore (cappuccino) ad incastro (no brugole o viti di fissaggio, è solo incastrata a pressione)
  • Togliere le due vitine nella parte posteriore in prossimità del coperchio "cromato" porta tazze.
  • Togliere 2 viti con testa a croce nella parte posteriore in prossimità dell'alloggiamento del serbatoio dell'acqua. 
  • Togliere 5 viti nella parte inferiore del lato che alloggia l'erogatore. Occorre un cacciavite con taglio a croce ed il manico corto. Se si usano le punte ad innesto occorre trovare un manico che entri nei fori che incassano le viti. 

A questo punto si riesce ad aprire il tutto ed ispezionare l'interno. Mancano ancora pochi passaggi per estrarre il corpo caldaia con tutto l'impianto di fili e tubicini. Appena aperta, il problema è immediatamente evidente. La valvola antigoccia della pompa di mandata si è rotta (il pezzo a destra dovrebbe andare avvitato nel rimanente pezzo in alto a sinistra).Incollare? no, meglio sostituire. Maledetta plastichetta. Ti vendono la macchinetta decantando la qualità della caldaia, ma si dimenticano di dire che alcune parti sono di plastica, guarda caso proprio le valvole che sono soggette a pressione e vibrazioni inevitabili, nonostante i gommini antivibrazione che tengono la pompa "sospesa" e libera di oscillare. Un pezzettino da 5 euro e la macchina che attualmente è venduta a più di 120 euro... si ferma, inutilizzabile.  Fortuna vuole che il ricambio è reperibile in rete, sia su ebai che nei negozi di ricambi, dai 5 ai 7 euro circa. Qualche click, 10 euro per corriere e contrassegno (carta di credito scarica...sic.) ed aspettiamo.
Nell'attesa, per estrarre tutto l'interno e permettere il lavaggio a fondo delle parti in plastica, occorre togliere le due viti con testa a croce che tengono ferma la pulsantiera e le viti che tengono in sede la base metallica su cui è fissata caldaia e pompa dell'acqua. Una volta tolte le ultime viti, l'interno si sfila dalla parte superiore (volendo, si possono togliere i fast-on del cavo di alimentazione per agevolare l'estrazione). 
La valvola della pompa è avvitata. Si tolglie un tubicino e si ruota (attenti alle guarnizioni in gomma ed a quelle metalliche). I tubicini di plastica sono innestati a pressione o tramite una clip metallica da stringere delicatamente con una pinzetta e sfilare delicatamente. Viti, clips, guarnizioni... sono saggiamente da mettere dentro dei contenitori per non perderli. Per evitare di dimenticare l'ordine delle viti tolte e da ri-assemblare al termine della sostituzione, è consigliabile fare delle foto (l'attesa del ricambio di qualche giorno e l'età... ci si dimentica qualche particolare). Livello di difficolta? Easy.  
Ok. 16 euro di spesa(1)....non è poco se si considera la spedizione ed il pagamento in contrassegno. Magari si poteva risparmiare qualcosa. Se teniamo conto del lavoro, del tavolo da laboratorio che resta ingombro, una mezz'ora per smontare e rimontare.... chiedere 30 euro è troppo? No, pare un prezzo onesto a cui aggiungere, iva, tasse, balzelli vari che vanno al socio occulto avido e spendaccione. Ciao.

P.S. Alì Babà è senza i 40 ladroni. Ripeto: Alì Babà è senza i 40 ladroni.

(1) in realtà avrei speso 15,89 ma il corriere, presi i 16 euro gira i tacchi e se ne va senza dire nulla. Mi aspettavo un tentativo di erogare il resto al quale avrei risposto "tenga pure" ovviamente. No. Così non va, fosse anche un centesimo... ma sono i miei, me li sudo con il lavoro e devo essere solo io a deciderne la destinazione e nessun'altro....next time...my turn. 

131 commenti:

Davide ha detto...

La nostra fa un suono che va e viene e il caffè non esce. Cosa si è rotto? L'abbiamo già smontata.

unamico ha detto...

Davide... il caffè non esce e fa rumore... proprio non ti viene in mente nulla? O il filtro è otturato O la pompa è andata... cos'altro potrebbe essere? Se l'hai già smontata, cosa ti vieta di provare e tentare a far funzionare la pompa senza tubicino di mandata? No, giusto per vedere se la pompa pompa... così vai sul sicuro, non serve essere dei tecnici per delle cose così semplici dai...

Michele Bertelli ha detto...

Ciao, ho una macchinetta molto simile a questa, forse stesso modello. L'ho smontata completamente perche non erogava piu il caffè. Domattina provo a vedere se la pompa scollegata dalle altre componenti funziona per escludere un guasto alla stessa. Ho notato che il filtro a monte della pompa è molto sporco ma non sembra otturato (soffiandoci dentro nessuna resistenza) mentre la valvola antigoccia non fa passare l'aria cosi facilmente. Potrebbe essere qui il problema? Più a valle cioè nella caldaia?

unamico ha detto...

Michele, prova la pompa e vediamo (è il componente più soggetto statisticamente a rotture). Per il resto... una pulizia con i sali anticalcare è d'obbligo in questi casi. L'antigoccia non costa un patrimonio per cui nel dubbio meglio sostituirla (se la pompa funziona). un controllo (e lavaggio totale) ai condotti e tubicini (smontati) non guasta. Che il calcare abbia otturato completamente i componenti... è improbabile ma plausibile. smonta e pulisci tutto internamente con i sali appositi (abbonda pure e segui bene le istruzioni allegate agli stessi, magari due o tre cicli completi). Controlla per bene il filtro finale, quello a contatto col caffè se si può rimuovere (controluce controlla i forellini, poi aria compressa o bruciatura sulla fiamma, occhio a non "fondere" il metallo cromato).
Dovrebbe tornare come nuova. In bocca al lupo.

Michele Bertelli ha detto...

Ciao, ho una macchinetta molto simile a questa che ha smesso di erogare caffe. Ho fatto il trattamento anticalcare senza risultato allora ho deciso di smontarla. La pompa sembra funzionare, infatti scollegandola dal corpo caldaia riesce a svolgere il suo lavoro, chiama acqua dal serbatpio e la espelle, sia dal tubicino senza valvola antigoccia, che dalla valvola stessa una volta montata, anche se in questo caso con qualche difficoltà in più.
Tutto cambia quando collego alla valvola la caldaia: la pompa si "strozza", si sente che lavora ma l'acqua non passa. Suppongo il problema sia trovi nella caldaia o ancora piu a valle, cioè nell'erogatore. Scollegando nuovamente la valvola posta tra pompa e caldaia esce acqua bollente dal tubicino che arriva alla caldaia quindi deduco che il problema non sia all'ingresso della caldaia in quanto l'acqua pare entrare e scaldarsi.
A questo punto non so se procedere con lo smontaggio della caldaia che pare serrata soltanto con 4 bulloni e rondelle. Puoi darmi qualche dritta? Grazie per l'attenzione!!

Michele Bertelli ha detto...

Ciao e grazie per la risposta. Ieri non pensavo si fosse pubblicato il commento. Ne ho scritto poco fa un altro con la situazione meglio definita. Attendo tuoi consigli. Grazie ancora!!!

unamico ha detto...

Allora Michele, alcune precisazioni. La pompa è di mandata e aspira acqua fredda dal serbatoio e la manda alla caldaia passando per l'antigoccia...ho capito bene? Da quel che descrivi al momento, sembra che l'otturazione si trovi a valle, dalla caldaia (in/out) all'erogatore. Personalmente opterei per l'erogatore, ovvero tutto il percorso tra caldaia ed erogatore per essere precisi. Stacca il tubo che va dalla caldaia all'erogatore e prova ad accendere la macchinetta (stacca pure la resistenza che l'acqua bollente per ora non ti serve). Se esce acqua dalla caldaia è l'erogatore intasatissimo....altrimenti (ma mi pare poco probabile) c'è un otturazione nella caldaia. Prova. Se è l'otturatore dovresti smontarlo e darci un occhiata (tubi compresi). Se è la caldaia... oi oi... è tenuta sì da dei bulloni ma c'è una guarnizione resistente alle alte temperature per tenere il vapore in pressione. Di solito quelle guarnizioni non si trovano e comunque una volta aperta dovresti in ogni caso sostituirla (difficilmente dopo che richiudi la caldaia, quando va in pressione, tiene).
Prova prima con la prova che ti ho suggerito e spera sia l'erogatore (forse mi sbaglio ma io proverei cos').
Non so una cosa.... forse la caldaia ha una valvola ad una via che impedisce al vapore di mandare in pressione il percorso a ritroso. Forse, non lo so... se ci fosse, potrebbe essere bloccata (è l'unica cosa che mi viene in mente). Senza smontare la caldaia, o prima di aprirla (se fosse lei, extrema ratio) prova a mettere dell'anticalcare direttamente nei condotti e lascia agire una notte... io proverei così se dalle prove che ti ho suggerito dovessi intuire che il problema è nella caldaia e non nell'erogatore. Facci sapere e posta delle foto per aiutare anche gli altri. in bocca al lupo.

Michele Bertelli ha detto...

Finalmente son riuscito a portare a termine l'opera. Ho smontato il blocco caldaia e l'ho aperta perche il problema non poteva che essere lì...infatti appena aperta esplosione di acqua e calcare ovunque. Praticamente era un ammasso di calcare e il canaletto metallico che pesca l'acqua e la manda all'erogatore era completamente ostruito. Inutile dire che ripulito e riassemblato il tutto la macchinetta pompa caffè che è una meraviglia. Ho comunque sostituito la valvola antigoccia (5€) che mi sembra essere una delle poche parti che non possono essere aperte e ripulite.
Spesa: 5€ valvola +4€ cacciavite torx
Complicazioni: smontaggio e riassemblaggio. La prima volta che la apri è difficile capire cosa smontare prima e cosa dopo, cosa è incastrato e cosa avvitato. Se si ricordan bene tutti i passaggi anche il riassemblaggio è una cavolata.

Grazie per le dritte, penso seguirò il tuo blog, ispirazione per riparazioni future (e soldini risparmiati!)

unamico ha detto...

Bene Michele, l'ambiente ringrazia. Spero che la guarnizione della caldaia tenga a lungo. Certo che se era così incrostata (vivi in una zona con acqua particolarmente calcarea?), è il caso di riempire il serbatoio con acqua un pò addolcita (esistono dei filtri appositi). Dai un ultima pulita generale a tutto il percorso dell'acqua con i sali, per gli ultimi residui sui condotti e vedrai che la macchinetta durerà a lungo (fallo anche periodicamente, ogni 4-6 mesi per sicurezza). Grazie a te per aver condiviso.

Michele Bertelli ha detto...

Si l'acqua di Brescia è particolarmente dura, tutti gli elettrodomestici ne risentono. Cercherò di fare un ciclo di pulizia più frequentemente, cosa che finora facevo una volta all'anno. Spero che la guarnizione tenga ma in ogni caso avrò sperimentato una riparazione fai da te, sfrutterò questa esperienza come lezione per il futuro, alla fine basta davvero un minimo di pazienza e si posson salvare tante di quelle cose che altrimenti daremmo per spacciate. Alla faccia del consumismo!

Michele De Feo ha detto...

Ciao scusami ho letto tutto e sei stato molto preciso. mi sapresti dire come mai nell'ultimo mese mentre la macchina va in temperatura continua a gocciolare? Infatti il serbatoio lo devo riempire quasi tutti i giorni. Il termostato funziona perchè quando raggiunge la temperatura si stacca, però gocciola. Grazie infinite

unamico ha detto...

Michele... gocciola dall'erogatore? la "valvola antigoccia" non ti suggerisce proprio nulla?

Antonio Squeo ha detto...

Salve, ho una De longhi che non scaldava più l'acqua. Smontato la macchina ho potuto appurare che la resistenza è OK così pure la pompa. Mi sembra bruciato uno dei due termostati (ce ne sono due). Naturalmente provvederò a sostituirlo; ma ho un dubbio: cos'è la sostanza bianca che c'è interposta tra i termostati e la caldaia? Sembra grasso ma non ne capisco la funzione. E' un prodotto comune di facile reperibilità?
Grazie per l'attenzione
Antonio

unamico ha detto...

Ciao Antonio. Grazie per aver deciso di riparare piuttosto che consumare e buttare. La "sostanza bianca" è pasta termoconduttiva, per trasmettere meglio il calore dalla caldaia al termostato (che deve entrare in gioco alla "giusta" temperatura). Dovresti cercare su "gùgol" la frase "pasta termoconduttiva per termostati" (indicativamente con temperatura di lavoro: da -50 a 280 ℃). Non costa tantissimo. Se non la usi il termostato di protezione entrerà in funzione ad una temperatura più alta... è un rischio da non correre, meglio investire qualche euro. Forse, ma non lo garantisco, va bene anche la pasta per le CPU dei computer avendo accortezza di controllare le specifiche.
In bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

Salve mi dici come si smonta la pallina del vapore inserita in testa alla macchinetta?? Grazie

unamico ha detto...

non ricordo bene...prova a girarla ed osservare se c'è un buco nella parte che si infila nel perno del rubinetto. Se c'è allora occorre svitare un seme o sfilare un perno, altrimenti tira, che la "pallina" è più probabile sia innestata a pressione.
Ciao nonimo

unamico ha detto...

...ma a LEGGERE... Togliere la manopola del vapore (cappuccino) ad incastro (no brugole o viti di fissaggio, è solo incastrata a pressione)... non sono il tuo riparatore agratise.

Unknown ha detto...

Nn riesco a smontare il regolatore di presione del capucino esiste un metodo o si deve tirare e basta?

Giacomo Menciassi ha detto...

Non si toglie la manopola del capucino esiste un metodo o si deve tirare e basta?

unamico ha detto...

Giacomo... Per togliere la manopola del vapore (cappuccino) ad incastro (no brugole o viti di fissaggio, è solo incastrata a pressione) tira, tira, fai leva con un cacciavite a testa piatta e larga, in più punti. Non so se il tuo modello ha delle varianti rispetto alla mia. Casomai controlla se nella manopola ci sono dei fori di un eventuale vite a brugola. Se non c'è nulla allora tira. Al limite se si rompe la porti ad un centro assistenza chiedendo che te la tolgano.
Ciao.

carlo ha detto...

Ciao, ho la Delonghi ECOV 311: temperature ok, vapore ok, la fuoriuscita dell'acqua dal filtro peró non é costante. a volte esce a gocce, a volte proprio non esce, e il rumore caratteristico che si sente é piú debole, quando poi non eroga proprio viene addirittura "soffocato"..quindi se metto il caffe (macinato correttamente) o non esce o esce qualche goccia. pensavo fosse il filtro montacrema, ma poi ho visto che il problema é con la doccia caldaia che a volte fa fatica ad erogare. esce vapore, peró a volte qualche goccia e basta..
é la pompa che non funziona bene?, cioé funziona ma a singhiozzo. spero di essermi espresso in modo chiaro...grazie

unamico ha detto...

Carlo, il tuo problema sembra simile a quello descritto nei commenti precedenti. Per capire dove di "ferma" l'acqua prova a sezionare. Stacca il tubicino in uscita dalla pompa lasciando immerso quello che pesca l'acqua e verifica se la pompa pompa. Se la pompa funziona, il problema è più a valle. Forse hai anche tu la caldaia incrostata dal calcare. Aprila come descritto da Michele e verifica. Fammi sapere se risolvi.

Carlo ha detto...

Ciao, grazie. Ho aperto la macchina, staccato il tubicino che entra alla caldaia e ho fatto funzionare la pompa. Funziona bene, il getto/spruzzino d'acqua é costante, quindi pompa ok.

CALDAIA: NON SO SE SONO IN GRADO DI SMONTARLA E RIMONTARLA...
EROGATORE: mi puoi spiegare meglio, non ho capito bene questa parte: "Personalmente opterei per l'erogatore, ovvero tutto il percorso tra caldaia ed erogatore per essere precisi. Stacca il tubo che va dalla caldaia all'erogatore e prova ad accendere la macchinetta (stacca pure la resistenza che l'acqua bollente per ora non ti serve). Se esce acqua dalla caldaia è l'erogatore intasatissimo....altrimenti (ma mi pare poco probabile) c'è un otturazione nella caldaia. Prova. Se è l'otturatore dovresti smontarlo e darci un occhiata (tubi compresi)"

ti riferisci alla manopola del vapore? se é aperta e faccio funzionare la macchina mi esce acqua bollente dall'erogatore del cappucciono. Se la chiudo, come dicevo esce acqua bollente dalla doccia caldaia, ma quando metto caffe nel filtro o esce a gocce o non esce proprio.

grazie

unamico ha detto...

Carlo,
se l'acqua esce dalla doccia caldaia e dall'erogatore del cappuccino (quindi non è la caldaia intoppata), è plausibile pensare che il problema è a valle e dipende dal portafiltro o dal filtro dove metti il caffè o dalla polvere di caffè macinata troppo finemente?
Facci sapere.

Roberta&Claudio Garavaglia Zoia ha detto...

Ciao, posseggo anch'io una DeLonghi Icona, e il mio problema e' che perde acqua
MA solo dal beccuccio del cappuccino.
L'ho smontata, pare tutto a posto, non ho fatto alcuna prova da smontata, l'unica cosa
che noto sono i tubicini quasi bianchi dal calcare (nel tuo post parli di sali anticalcare. sali? io ho un prodotto liquido... mi/ci spieghi meglio la faccenda dei sali?).
Suggerimenti/idee/consigli?

Grazie mille!!

unamico ha detto...

al volo... i prodotti per pulizia, che siano sotto forma di granuli da sciogliere in acqua bollente o liquido già pronto vengono comunemente chiamati "sali" e sono prodotti anti calcare (tipo viakal per intenderci). Chimicamente non conosco la formula. Cambia solo il prezzo. Quelli granulari "dovrebbero" costare meno (in teoria, dipende dal commerciante) di quelli già pronti ed hanno il vantaggio che è possibile dosarli come concentrazione in funzione del livello di incrostazioni presenti. In generale entrambi vanno più che bene, meglio effettuare tre cicli (sale / acqua fresca) se il lavaggio non lo si è mai fatto. Alla fine non lesinare sull'ultimo lavaggio (due o tre vasche di risciacquo) e buttare (sic!) i primi due / quattro caffè dopo lavaggio (al limite offrirli agli ospiti sgraditi :-). Ciao.

Roberta&Claudio Garavaglia Zoia ha detto...

Rieccomi.
Smontata tutta, caldaia compresa, tolto un sacco di calcare, messo tutto a bagno con aceto e bicarbonato, tutto splendente.
Rimonto, ricollego, provo a macchinetta aperta: dopo 5/8 secondi dall'accensione scatta il salvavita.
Riarmo il salvavita, riprovo e scatta subito di nuovo.
Lascio raffreddare la macchinetta, riprovo e stessa storia.
Uno dei due termostati e' andato?
Se vuoi puoi contattarmi a garavaglia.claudio@alice.it, che siamo piu' comodi....
Grazie!

unamico ha detto...

azz...claudio, devi avermi preso per il tuo riparatore... (-: cmq... scatta il salvavita... c'è qualche dispersione verso terra... hai asciugato per bene il tutto? hai chiuso perfettamente la caldaia senza dimenticare gli isolamenti? tutte le guarnizioni sono al loro posto? hai connesso correttamente i fast-on elettrici? la presa a terra (filo giallo-verde) l'hai collegata per benino? al posto giusto? i contatti sono asciutti? controlla le connessioni e tutto quello che ad occhio potrebbe essere responsabile di dispersioni (magari qualche cavo pizzicato...boh). I termostati non credo siano i responsabili (al limite se non costano una fucilata, per scrupolo, cambiali lo stesso se trovi i ricambi). Assicurati che i collegamenti elettrici siano al loro posto, dove erano prima... hai preso nota dei collegamenti dov'erano vero?
in bocca al lupo.

P.s. un contatto via mail no, mi spiace... privacy.

Unknown ha detto...

Buongiorno, anche io ho una macchina delonghi eco 310. Posso dire di trovarmi veramente bene e viene un buon caffè. L unica cosa che non mi spiego è come mai spesso gocciola, soprattutto quando utilizzo il beccuccio per il latte. In quest ultimo caso capita sempre e gocciola abbondantemente . Qualcuno ha avuto esperienza in merito? P. S. Decalcificazione effettuata

unamico ha detto...

Caro sconosciuto, questo non è un forum ed oltre a me non ti risponderà nessuno. Inoltre, se ti fossi preso la briga di leggere senza andare direttamente a postare un commento, avresti letto qualcosa circa una misteriosa "valvola antigoccia" le cui funzioni sono ancora un mistero irrisolto per l'unanità. Devi capire che le attività in questo post sono frutto del mio tempo, unico ed irripetibile, che dedico volontariamente senza alcun tornaconto economico. Se noto che anche la soddisfazione che deriva nel dare una mano al prossimo è ripagata con superficialità e scarsa attenzione, mi vedrò costretto a chiudere i commenti, stante la manifesta presenza di troll ed unani a cui ho dedicato innumerevoli anatemi e maledizioni. Questo mondo non è fatto per le persone superficiali. Questo mondo non si cura di chi si approfitta della buona fede altrui. questo mondo non è fatto per chi le cose non le fa. Stai sereno, va tutto bene, in fin dei conti cosa vuoi che sia per qualche goccia. un abbraccio.

stefano ha detto...

salve, innanzi tutto grazie per il tempo che ci dedichi,ho una delonghi mod. ec 155 (da 7 anni e tanti caffè) il mio problema dovrebbe essere la pompa o almeno questa è l'idea che mi son fatto leggendo qui il post di michele.
in pratica accendendo la macchina tutto normale la caldaia scalda arriva a temperatura e si stacca, il vapore ok, ma girando l'interrutore su erogazione nulla nessun rumore non pesca l'acqua ed ovviamente nessuna fuoriuscita di caffè, il miei dubbi sono:
1)la pompa non attacca perchè è intasata nel caso si può pulire?
2)potrebbe essere bruciata? come lo verifico?
3)si è guastato l'interuttore i led però si accendono e spengono tutti?
ho aperto la macchina per dare un occhiata ma non ho smontato nessun componente per non fare danni maggiori qualche suggerimento.
saluti e grazie

unamico ha detto...

Stefano, sarei propenso a pensare all'opzione 2. La pompa dovrebbe essere composta
A) da un solenoide (una bobina) da controllare con un tester se ci arriva tensione (voltmetro 230V) e se non è interrotta (ohmetro),
B) dal corpo solitamente plastico che pompa.
Un minimo di rumore dovresti sentirlo, un ronzio, qualcosa. Se ci arriva tensione (verifica) ma non senti nulla, potresti provare se la bobina è interrotta. Se quest'ultima non lo è, toglila e mettila a bagno nei sali per una notte. Se invece la tensione non arriva alla bobina...vai a ritroso e cerca dove si interrompe.
Con il tester puoi prima verificare il punto 3, a monte e cercare se c'è qualche interruzione nel percorso. Senza modello sotto mano non posso essere più preciso, sorry.

stefano ha detto...

grazie proverò a fare così, sperando di riuscire a sistemarla.

unamico ha detto...

Stefano, qualcosa mi dice che ce la puoi fare. Facci sapere. in bocca al lupo.

Michele Balzano ha detto...

Ciao, ma succede anche a voi che uno dei filtri all'improvviso non faccia più uscire il caffè?
la macchina la tengo sempre in buono stato di manutenzione ma il problema è dato dal fatto che sono spesso costretto a cambiare i fltri.
Grazie in anticipo
Michele

unamico ha detto...

Michele, parli del filtro metallico dove metti la polvere del caffè? Forse usi una polvere macinata troppo finemente. Provato a metterli a bagno per un pò nel viakal? e poi nello sgrassatore per qualche ora e sciacquarli? Pare strano che si intasino "spesso".

stefano ha detto...

problema risolto, sostituita pompa acqua 27 euro al negozio un po cara, su internet ne risparmiavo 5-7 ma non avevo voglia di aspettare.
grazie ancora per i consigli

unamico ha detto...

Great! ma era il corpo plastico rotto all'interno o la bobina?? cmq...27 euri per un avvolgimento ed un pò di plastichetta... vabbè.

Morpheus68 ha detto...

Salve, prima di spendere soldi inutili per la pompa, volevo sapere il vostro parere.
La mia macchinetta ha iniziato ad avere problemi per erogare caffè con il filtro 2 tazze, si bloccava senza fare più rumore, malgrado avessi pulito tutti i filtri esterni, niente! Erogava però con il filtro 1 tazza, ne ho dedotto avesse un problema di pressione, dico bene?
Ora inizia a stentare anche con 1 tazza.
Ditemi voi

unamico ha detto...

Morpheus68, dici bene, sembra un problema di pressione, ma... la causa sembrerebbe un accumulo di calcare nella pompa (e chissà dove altrove). Una pulizia a fondo (interna) con i sali o liquidi appositi e dovrebbe tornare come nuova... leggi bene le istruzioni sui prodotti di pulizia ed esegui più cicli (insisti, non lesinare, esagera con la pulizia INTERNA)... sicuramente ti costa meno che cambiare la pompa. Se non risolvi... sostituisci la pompa. In bocca al lupo e fammi sapere se risolvi (giusto per aiutare anche gli altri che leggono i commenti).

Antonio Squeo ha detto...

Amico non offenderti se intervengo. Ho molto rispetto per l'opera che svolgi. Chiaro che una pulizia non fa male, ma non credo che il problema di Morpheus sia il calcare.
Morpheus! Prima di metterti a smontare cambia il filtro. Saluti Antonio

unamico ha detto...

Antonio, non mi offendo, anzi, grazie per il tuo contributo. aspettiamo di sentire Morpheus per capire dove sia il problema. Grazie ancora.

unamico ha detto...

Antonio...rileggendo il commento di prima ho visto che dice di averli puliti i filtri... boh.

Morpheus68 ha detto...

Allora smontata ed all'interno è tutto pulito e privo di calcare, del resto io utilizzo acqua minerale avevo dimenticato a scriverlo..ho richiuso il tutto e riprovato, con il filtro 2 tazze anche con solo acqua non esce nulla ma gocciola dai lati del filtro, con quello 1 tazza esce acqua dai buchi erogazione come dovrebbe fare..i filtri sono puliti tutti i buchi sono visibili in controluce!! Rimango quindi del'idea sia poca pressione della pompa..voi che dite!?

unamico ha detto...

Morpheus, non so che dire... il filtro due tazze non funziona mentre quello ad 1 tazza sembra di si... logica suggerisce sia il filtro... se fosse la pompa, o funziona o non funziona con entrambi. Nel modello di questo post, i filtri hanno un affare di plastica nera, sotto... che sia quello che crea problemi?

Morpheus68 ha detto...

Si lo so sono puliti

Morpheus68 ha detto...

Stasera stenta anche a una tazza..riconfermo che secondo me la pompa non eroga la giusta pressione, ora la compro e amen

unamico ha detto...

Morpheus... dai sintomi che descrivi pare di si. Resto perplesso dalla descrizione di ciò che ti succede ma una prova da fare potrebbe essere quella di staccare il tubo in uscita dalla pompa e vedere se esce acqua (stacca la resistenza) e se provando a strozzare il tubicino rimane un pò di pressione. Facci sapere. ah...non essere impaziente se non pubblico immediatamente i commenti, ho una vita anch'io :-) in bocca al lupo.

P.S. cmq un occhiatina alla parte in plastica sotto il filtro io ce la darei.

Morpheus68 ha detto...

Ah sei tu che moderi? Non avevo capito :) le parti sotto il filtro in plastica le ho già pulite e sono a posto. Stasera compro la pompa
Vi aggiorno

unamico ha detto...

Morpheus... ci deve essere un malinteso. Questo non è un forum pubblico ma un blog privato, nel quale faccio un pò come mi pare :-) quando mi pare :-)) e se mi va :-))) ovviamente. L'instabilità mentale che mi distingue potrebbe nuocere alla già precaria salute mentale degli altri, per cui... riesco a postare quando gli infermieri del reparto psichiatrico sono a svolgere le loro faccende private dopo aver timbrato il cartellino, di nascosto, usando il PC del primario che, oltre a non esserci mai, è il demente capo e meriterebbe un TSO quotidiano.

Morpheus68 ha detto...

Sei simpaticissimo :):):)

Morpheus68 ha detto...

Ok, filtro 2 tazze acquistato, perchè riflettendo quando molto il vecchio filtro il caffè non esce ma la pressione è tale che non riesco a smontare il bicchiere se non si raffredda..magari si è rotto anche se a me sembra in ordine e pulito..prime 15 euro andate:-) vi aggiorno appena mi arriva

bubasuppa ha detto...

La mia macchina eco310.W non si accende, cioè si accende ma poi il salvavita scatta dopo meno di mezzo secondo, ho controllato la resistenza ed ha un valore di circa 53Ohm, e la pompa senbra andare bene, cosa può essere? Hai uno schema elettrico... pare che vada in cortocircuito appena schiaccio il tasto d'accensione...

unamico ha detto...

Bubasuppa, il motivo per cui salta il salvavita potrebbe essere causato da sovraccarico o da dispersioni verso terra. Presumento sia il secondo problema, prova ad accenderla tenendo staccata la resistenza della caldaia e vedi che succede se la riaccendi (occhio a non ucciderti con la corrente). Poi riattacca la caldaia e stacca la pompa. Rivedi che succede. Se è la caldaia occorre capire dove disperde (calcare forse??). Assicurati di rimuovere per bene sporcizia eventuale interna e soprattutto umidità o liquidi dove non dovrebbero stare. Controlla anche se qualche guarnizione o tubicino perde da dove non dovrebbe. Lo schema elettrico?? non c'è ma è talmente semplice che non serve.
in bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

La mia macchina eco310.W non si accende, o meglio, si accende ma dopo nemmeno 30 secondi si spegne da sola. Hai qualche idea sul problema?

unamico ha detto...

No, francamente no... ma... si spegne completamente come se si staccasse la spina?

Giusy Augello ha detto...

Ciao volevo sapere perke la mia macchina delomghi esce poca acqua anzi a gocce e divonsegueza il caffe fa schifo...cosa potrebbe essere? Ti ringraxio in anticipo...sei super

unamico ha detto...

Giusy... forse la soluzione è già scritta... basterebbe prendersi il tempo di leggere.... calcare, filtri, caffè, pompa... se non sei in grado di arrangiarti portala ad un centro assistenza e nell'attesa.... un ripasso alla grammatica non guasterebbe. un abbraccio.

Anonimo ha detto...

Salve, complimenti per il blog.
Ho una veeeeecchia faema family che ha smesso di erogare caffè, acqua, vapore...
Dopo aver letto i vari post ritengo il problema possa essere la pompa dell'acqua. Dopo aver smontato la macchina ho staccato la pompa e l'ho provata, niente non carica assolutamente acqua, si sente soltanto un lieve ronzio (molto lieve quasi impercettibile). La bobina testata con il tester ha continuità. Ergo...la pompa è andata... almeno credo. Il problema è che non si trova il ricambio (risale agli anni 90), secondo te è possibile sostituirla con una che abbia le medesime caratteristiche, voltaggio, MHz ecc. oppure ce ne vuole una identica? Concordi che il problema sia la pompa guasta? Grazie sin d'ora per l'eventuale risposta

unamico ha detto...

Anonimo, probabilmente, da quello che descrivi o la pompa è bloccata, forse intasata di calcare (bloccata) o è proprio rotta internamente (puoi aprirla e vedere dentro la membrana? o il pistoncino metallico?). A mio parere potrebbe andare bene qualsiasi pompa a 220 volts delle stesse dimensioni (più o meno) sempre che riesci poi a montarla e farcela stare dentro. Non è che negli anni questo tipo di pompette abbiano avuto chissà quali evoluzioni tecniche, per cui (dato anche il loro costo abbordabile) proverei o a smontarne una da un altria macchinetta (uguale o simile) o prenderla nuova (portando il pezzo vecchio dal rivenditore e farti consigliare al meglio)... un centro assistenza anche di altre marche. L'unico inconveniente (oltre all'ingombro) potrebbe essere la pressione dell'acqua ma io non mi preoccuperei più di tanto...prova e facci sapere.... in bocca al lupo ed in chiulo alla balena.

Anonimo ha detto...

Grazie per la veloce risposta.
Quando ho smontato la pompa, tutta in ottone compresa la bobina, ed ho fatto le varie prove, ho potuto verificare che era libera da calcare, le molle ed i vari pistoncini si muovevano con estrema facilità, per scrupolo li ho comunque puliti ma il problema è rimasto uguale. Le uniche parti che non ho potuto far uscire dalla pompa sono stati un microscopico filtro e la molla che c'è subito dopo, ma il filtro è libero e bianchissimo e la molla si muove senza alcuna resistenza. Per lo spazio non credo ci siano problemi, anzi, la pompa che monta attualmente è pittosto ingombrante semmai potrebbe esserci il problema opposto, ma è un problema che affronterò all'atto del montaggio. L'inghippo potrebbe essere nella bobina? Comunque appena possibile smonterò nuovamente la valvola, non si sa mai.... Grazie Ti farò sapere

unamico ha detto...

Anonimo, allora da quello che dici (e ci dobbiamo fidare ed assumere sia assolutamente vero :-)...
1) la bobina non è interrotta
2) il meccanismo si muove liberamente
3) si sente solo un flebile ronzio e l'acqua non viene pompata
...membrana rotta? no, dovresti sentire almeno il classico rumore del pistoncino che vibra alla frequenza di rete, anzi con rumore più forte venendo meno la resistenza meccanica dell'acqua
...bobina? forse alcune spire sono andate in corto (improbabile) ma per contro come minimo la bobina dovrebbe scaldare e al limite farti saltare il salvavita causa maggiore assorbimento di corrente. Meno spire della bobina = meno induttanza = meno "forza" magnetica a far vibrare il pistone.
...contatti ossidati? spiegherebbe la mancanza di "forza" della bobina. un aumento della resistenza riduce la corrente e quindi il flusso magnetico della bobina. Controlla i collegamenti, i fast-on, i cavi pizzicati ecc.ecc....
Provala a vuoto e vedi se vibra. Provala dopo averla completamente estratta e collega due tubicini (entrata ed uscita). In ogni caso mettila a bagno per un po (immergila senza bobina) nel Viakal (puro se serve o usa i sali/liquidi appositi in abbondanza)...per me forse è il calcare annidato dove non dovrebbe ma potrei sbagliarmi. Per provare la bobina...dovresti avere le specifiche elettriche (resistenza dell'avvolgimento, induttanza) che non sembrano esserci in rete... l'unica sarebbe confrontarla con una pompa sicuramente funzionante e verificare se ci sono delle differenze sostanziali, per essere sicuri che sia la bobina (anche se poco probabile). Mi sa che fai prima a sostituire la pompa con un altro modello in teflon o nylon caricato. A sto punto sono curioso....fammi sapere. in bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

Ho già fatto la prova con i due tubicini e come dicevo nel mio primo messaggio nisba. Ho smontato nuovamente la pompa e come detto mi sembra non ci siano problemi, ma metterò a mollo nel viakal... hai visto mai... Se dopo questa ultima prova la musica non cambia prenderò una pompa nuova. A proposito la pompa non vibra e la resistenza in effetti scalda ma non salta il differenziale.
Nel frattempo ho fatto un giro in rete cercando una pompa che avesse le medesime caratteristiche di quella attualmente in uso (si fa per dire), la macchina monta una Ulka, ho visto alcuni modelli che hanno le stesse caratteristiche ma con qualche differenza che non mi è chiara, mi spiego. Attualmente la pompa è una 220Volts 50Mhz 48W classe F, le pompe che ho visto sono 230Volts 50-60Mhz 48W oppure 230 Volts 50Mhz 48 W. Quali sono le differenze? una vale l'altra oppure no. L'acquisto lo farò certamente presso un rivenditore fisico e non online, anche se probabilmente risparmierei qualcosa, proprio per farmi consigliare al meglio, ma nel frattempo vorrei capirci qualcosa di più se possibile. Scusa se approfitto della tua disponibilità

unamico ha detto...

Anonimo,
la tensione di rete è stata elevata qualche anno fa da 220 a 230 volts, sempre a 50Hz (non Mhz), per cui se stai sui 48 watt è ok. Le ulka sono abbastanza diffuse per cui dovresti non avere problemi a trovare una "compatibile" più aggiornata di quella vecchia. Per la disponibilità... lascia un caffè sospeso al bar che frequenti ;-)
Fammi sapere se risolvi.

Anonimo ha detto...

Allora, ho comprato la nuova pompa (in teflon), montata, accesa macchina caffè e...............funzionaaaaaaaa :-)))!!! Caffè sospeso al bar che frequento....grazie per l'aiuto. Buon sabato

unamico ha detto...

Complimenti e grazie a te per la condivisione e per il caffè sospeso :-) (anche l'ambiente ti ringrazia per non aver buttato l'hardware)

P.S. qualcuno è felice. Ripeto: qualcuno è felice.

Jerry ha detto...

Grazie, stesso problema di perdita acqua internamente. La valvola non era spaccata, ma l'ho ordinata lo stesso, speriamo che il problema sia quello.
Non ho fatto le foto e non ricordo la posizione dei 2 tubicini nella parte bassa sotto il serbatoio. Ci sono due attacchi, uno con foro più grande e uno più piccolo. Su quale dei due si innesta il tubicino che va alla pompa? Grazie.

Jerry ha detto...

Opss...ho scritto una cavolata. I due fori sono uguali (mi ha ingannato l'acqua) quindi presumo che l'ordine dei tubicini sia indifferente, giusto?

unamico ha detto...

Jerry... non ne ho idea, dovrei aprire la macchinetta e vedere, ma sino alla prossima rottura non se ne parla a meno di non rischiare il divorzio. Cmg se non li hai spostati troppo dovrebbero trovarsi già "in posizione".

Jerry ha detto...

Tranquillo, li metterò a caso visto che i fori hanno lo steso diametro e vanno entrambi alla valvola del serbatoio trasparente. Ho dovuto smontare tutto per riuscire a staccare il tubicino dalla valvola antigoccia per poi svitarla. Spero che la perdita sia lì, perchè la mia non è spaccata in due come la tua, però di sicuro c'è una perdita con acqua che cola sia da sotto sia dall'anello di aggancio portacaffè.

unamico ha detto...

Jerry,
in bocca al lupo. Hai anche la guarnizione che chiude il porta filtro da cambiare già che ci sei.

Jerry ha detto...

Già, non ci ho pensato ad ordinare la guarnizione, in effetti perde un po' durante l'erogazione del caffè.
Comunque valvola cambiata e macchina ripartita. All'inizio mi è preso un colpo perchè perdeva dal lato tubicino rigido, ma mi ero solo dimenticato la guarnizione ad anello dentro la vecchia valvola. Ancora grazie unamico per il blog, mi ero bloccato durante lo smontaggio perchè non sapevo che il pomello vapore fosse fissato a pressione, per fortuna ho trovato qui la risposta.

kikko ha detto...

Ciao ho una eco 310 che perdeva acqua sia dall alloggio del porta filtro caffè che dall erogatore del vapore per il cappuccio. Ho sostituito il fungo e allungato la molla e non perde più dal vano caffè. Purtroppo dall erogatore del vapore invece perde in continuazione quando preparo il caffè cosa potrebbe essere? Grazie mille

unamico ha detto...

Ciao Kikko,
forse il rubinetto del vapore non tiene bene. Quando decalcifichi, fai uscire vapore anche dal beccuccio? Prova... so che appena aperto dovrebbe uscire acqua e solo dopo lo "spurgo" della condensa esce il vapore. Prova a decalcificare anche quel percorso (forse il calcare impedisce una corretta chiusura). Al limite occorre sostituire il rubinetto di chiusura (non so se è possibile).

Marco D'Ambrosio ha detto...

Salve, complimenti per il blog, è molto d'aiuto, ma non ho trovato nessuno con il mio stesso problema, mi trovo l'acqua nel serbatoio da 1 litro che dopo 2 giorni diventa gialla, come se tornassero dei residui di caffè, ho smontato tutta la macchina pulita e decalcificata, ma il problema non lo risolto, potrebbe essere la valvola antigoccia? Grazie a presto

unamico ha detto...

Ciao Marco, non lo so se è l'antigoccia (è di plastica per cui non è quella che fa ingiallire l'acqua). Nel dubbio però puoi fare una prova... non costa molto e puoi provare a sostituirla.
Sarei puù propenso a pensare però che si tratta di qualche ossido metallico (forse). A me è capitato che dopo la decalcificazione, a causa di uno scarso lavaggio, dopo in paio di giorni mi usciva acqua "verdina", segno di corrosione di qualche parte in rame o ottone... in fin dei conti i sali possoon essere acido citrico che corrode... non saprei, prova a sostituire la valvola e lavare a fondo il tutto, due o tre serbatoi a vuoto compreso il percorso del vapore con acqua pulita senza sali. Lascia tutto fermo per un paio di giorni e prova a verificare cosa si forma nella caldaia (scarico a vuoto) e nel serbatoio (che va disinfettato anche lui con amuchina ed anticalcare...sciacqua per bene anche lui, molto bene, abbonda con l'acqua fresca alla fine). Forse, in ultima ipotesi... carichi il serbatoio con acqua di rubinetto (con molto cloro) o imbottigliata?

Jerry ha detto...

Ciao, ho cambiato la guarnizione sottocoppa e purtroppo continuava a perdere acqua, allora ho riaperto e ho scoperto che la perdita è dal bullone di ingresso acqua in caldaia. Ho provato a girarlo per stringere, ma mi sa che ho fatto peggio perchè prima gocciolava e adesso spruzza acqua. Ho quindi la necessità di aprire la caldaia per tenere il dado all'interno e stringere bene il bullone. Mi pare di capire che solo Michele Bertelli abbia aperto la caldaia, ma non ha scritto come. Ho tolto dado, molla e valvola. Adesso che faccio? Tiro? Giro i due semiblocchi? Ho il terrore di spaccare tutto e dover comprare una caldaia nuova da 40€!

unamico ha detto...

Jerry, purtroppo Michele non può intervenire qui, questo è un blog e non un forum di assistenza. Cmq per aprire la caldaia mi sembra di ricordare che ci sono 4 viti da togliere per separare le due parti della caldaia... dovrei smontare di nuovo la macchinetta ma per ora, visto che funziona, preferisco di no. Una volta tolte le viti credo basti tirare sapendo che probabilmente il calcare un pò avrà "incollato" le due parti (tranquillo, il calcare si sbriciola facilmente, non è marmo)
Per il terrore di spaccare... io in genere opero sempre con la consapevolezza di poter rompere ulteriormente gli oggetti su cui metto le mani, un pò tranquillizzato dal fatto che se rompo qualcosa... tanto era già rotto. Facci sapere com'è andata.

Jerry ha detto...

Esatto, tolti i 4 bulloni basta tirare i due emisferi per separarli. La guarnizione fa un po' da collante. Ho trovato una serpentina pulitissima e croste di calcare staccate sul fondo caldaia, prova del fatto che la pulizia col decalcificante funziona bene, anche se la faccio ogni due anni. Veniamo al guasto: il bullone perdeva perchè era crepato e provando a serrarlo tenendo il dado si è rotto in due pezzi. Sulla baia dado e bullone vengono 5.80, ma avrei altri 5.90 di spedizione. Provo a passare in negozio dove ho preso la guarnizione, mi sembrano onesti come prezzi. Spero che il bullone nuovo tenga anche perchè non c'è alcuna guarnizione, solo una rondella.

Jerry ha detto...

Ok, ho trovato dado e bullone in negozio a 2.80€ contro gli 11.70€ che avrei speso sulla baia. Ho serrato al massimo. Continuo a trovare strano che non ci siano guarnizioni e che ci sia solo una rondella all'esterno e nemmeno quella all'interno. A freddo pompando acqua non esce più nulla. Con caldaia in pressione esce un po' di vapore, ma non gocciola più, speriamo tenga. Penso siano le vibrazioni a spaccare tutto, trasmesse tramite il tubicino di carico acqua. Se cambiate la valvola o il bullone ricordate di recuperare la miniguarnizione che resta incastrata all'interno prima di buttarli. Con l'occasione ho scrostato la parte inferiore dal caffè bruciato con la paglietta di ferro. Consiglio a tutti di controllare ogni tanto se c'è acqua sotto la macchina. Se c'è togliete solo la copertura argentata seguendo gli ultimi due punti di unamico (2 vitine + 5 viti),e simulate un caffè senza mettere la polvere guardando da dove esce acqua all'interno. E' facile andare avanti mesi senza accorgersi di una perdita interna che spruzza acqua sui cavi elettrici...

unamico ha detto...

Grazie a nome di tutti. pollicione su.

Anonimo ha detto...

Buona sera, due giorni fa mi è arrivata una macchinetta "De Longhi" ECO311, ho provato a fare un caffè tutto funzionante, riprovo a farne un altro e iniziava a gocciolare acqua dalla doccia caldaia. da cosa potrebbe dipendere? Mi sa aiutare?

Gigione ha detto...

Buongiorno
finalmente un blog serio, complimenti per il tempo che dedichi a tutti.
Sono riuscito, grazie alle tue varie risposte, ad aprire la Delonghi Eco 310 che non faceva più il caffè.
Ho ordinato una nuova pompa ma non riesco a staccare quella vecchia dal salvaguardia. È ad incastro o altro?

fabri56 ha detto...

Ciao a tutti, anche io sono alle prese con una ecov310. Non usciva più caffè, dopo aver letto i vostri post ( utilissimi) ho smontato la caldaia super intasata , cambiato guarnizione, valvola erogatrice completa e la ghiera in alluminio. La macchina ha fatto 2 caffè poi più nulla. Dall'erogatore escono poche gocce @##@@. la pompa funziona, il getto arriva a circa 1 metro e oggi ho provato a smontarla, ma il risultato non è cambiato. Tra una cosa e l'altra ho speso quasi 30 €. Anche se ferito nell'orgoglio mi sa che dovrò dare retta all'AD di casa. Che dite la rottamo?
Un saluto e un buon fine settimana a tutti

unamico ha detto...

salvaguardia?

unamico ha detto...

la pompa funziona ma nn esce acqua... ergo... occorre sezionare e controllare il percorso a valle senza dare nulla per scontato.
Rottama l'AD.... puoi?

Matteo ha detto...

Ciao, ho trovato questa utile discussione e vorrei chiedere un aiuto, ho pure io una delonghi icona e l'altro giorno togliendo il portacaffè è caduta la doccia della caldaia e la valvola antigoccia, sì è disintegrato praticamente quel bulloncino che sta sotto la molla. Ho visto che in internet si trova il kit, peròvorrei capire se posso sostituire il tutto senza smontare la macchina, operando da sotto da dove è caduto il tutto.
Spero di essere riuscito a spiegarmi.

unamico ha detto...


Matteo, nel modello qui in discussione la valvola antigoccia si trova all'interno (vedi foto).

Matteo ha detto...

Grazie, per la pronta risposta ma a quale foto ti riferisci? Perché se è quella di inizio post non trovo segnata la valvola antigoccia.
Forse ho sbagliato io a spiegarmi, quella che si è rotta è la valvola erogazione acqua, almeno così si chiama il kit di ricambio.

unamico ha detto...

questa è la foto del modello citato nel post http://3.bp.blogspot.com/-hgiKgcLbd-k/VPSDDeZxhxI/AAAAAAAADE0/w4UHCnwxzVg/s1600/delonghi-evo310v-teardown.png (si trova circa a metà del post, basta scorrere la pagina), e fa riferimento al modello ECO310.V

La tua macchinetta è lo stesso identico modello??

Anonimo ha detto...

Scusa ma la lancia del vapore come si smonta per aprire la macchina;devo aprirla e mi sto preparando...:-D

unamico ha detto...

Anonimo, la lancia del vapore non serve smontarla per aprire la macchina. Questa viene via assieme al corpo caldaia fissato sulla sua base. Casomai la togli, se dovesse a tuo parere servire, dopo aver estratto il gruppo principale.

Andrea ha detto...

Ciao riscrivo qui perché forse ho fatto casino col cell e ti ho scritto su un altro post che non ricordo...oioioi la vecchiaia.volevo dirti che grazie al tuo blog sono riuscito a cambiare il raccordo caldaia valvola con anche guarnizione e rondella,ho stretto bene i bulloni con una chiave Inglese per lato,ora acqua non ne perde più,ma emette come uno sibilo di aria per un po'.E' normale? Perché non so come fosse in origine essendo la macchinetta di mio suocero che la voleva buttare.ti ringrazio ancora e ti auguro buone feste!

unamico ha detto...

Andrea,
il sibilo non è normale... qualche perdita di pressione credo... se il sibilo cessa dopo un pò potrebbe essere per effetto del metallo che si espande col calore...

Renzo ha detto...

Ciao ho una Delonghi Eco 311.w improvvisamente ha smesso di funzionare il vapore, si accende la spia verde, ma girando la manopola non succede nulla... che si può fare? ( a parte portarla all'assistenza )
Grazie per il tempo che vorrai dedicarmi

unamico ha detto...

Renzo,
secondo me c'è qualcosa che ostruisce il condotto, molto probabilmente incrostazioni di calcare all'interno della caldaia o sul condotto verso l'esterno. Prova a smontarla e controllare tutto il percorso (magari con un pò di aria compressa). Una pulizia MOLTO approfondita ed energica dovrebbe risolvere. Per caso usi il vapore raramente?

Anonimo ha detto...

Salve,
volevo ringraziare per l'articolo e... l'ispirazione.

Ho aperto e smontato la mia (modello simile, non uguale) e ho dato una pulita generale, adesso l'acqua fluisce che è una meraviglia, e non ho più gocciolamenti assortiti (il problema era semplicemente un po' di calcare sul tappino a molla prima del filtro)

Già che ci sono, una nota a margine: non ho potuto usare i miei bit T20 forati perché il porta-bit non passa dai fori nella plastica della carcassa... si ingegnano fino all'inverosimile per rendere difficile la riparazione fai-da-te...

Grazie ancora e saluti!

unamico ha detto...

Grazie a te. Per il problema dei porta inserti che non entrano nei fori (o sono troppo corti), io ho risolto usando un corpo plastico esagonale di una penna bic, scaldando un estremità sino ad ammorbidirlo per far entrare l'inserto... con un pò di pazienza funziona (sperando non abbiano chiuso le viti a millemila Nm).

Unknown ha detto...

Ciao, grazie per il tempo speso appresso a tutti noi. Da una lettura ai commenti non credo qualcuno abbia il mio stesso problema.
Si è guastata la manopola del cappuccinatore, gira a vuoto. Ora, non sarebbe un problema visto che uso poco la macchina per cappucini. Solo che credo sia rimasta aperta e quando preparo il caffe esce acqua o vapore dal cappucinatore e non esce il caffe.
Posso disattivare in toto l erogazione del vapore, oppure dove trovo la valvolva manopola che apre e chiude l aria?
Ho smontato la macchinetta, ma non credo sia servito a qualcosa.

Grazie in anticipo.
Francesco.

unamico ha detto...

Ciao Gordom,
mi sembra di capire che si è rotta la manopola di plastica, che si innesta su un perno di una valvola di ottone. Hai provato a chiudere la valvola con una pinza? Così dovresti riuscire a chiuderla lo stesso. Se dopo averla chiusa perde ancora acqua... la valvola è da sostituire (strano) ma non saprei indirizzarti dove se non affidarti a dio gùgol. Per la manopola... devi ingegnarti un pò in quanto non credo si trovi il ricambio ma risolvi fondendo a pressione un pò di HDPE (flaconi detersivo) un uno stampo di metallo (pressofusione)... non dirmi che non hai un sistema di pressofusione autocostruito :-D
in bocca al lupo

Fausto ha detto...

Salve, sono anche io alle prese con macchinetta.
Smontata pulito il filtro ok, verificato il funzionamento della pompa ok, non rimane che verificare la caldaia ... la mia domanda come faccio ad aprirla e pulirlo a me sembra un blocco unico ...
Ho provato a mette anticalcare all'uscita dell'acqua calda e nel canale che collega la pompa alla caldaia ... ( ma da li una volta messa uscita ai lati sotto ... se la metteVò in verticale

unamico ha detto...

Fausto,
la caldaia non è composta da due parti flangiate con una fila di viti attorno? se leggi tutti i commenti troverai uno che l'ha aperta....

Fausto ha detto...

Si grazie, ho risolto ... ho smontato la caldaia completamente (basta svitare le 4 viti quelle nere lunghe che uniscono il corpo della caldaia con il blocco dell'erogatore), ho pulito il cilindro interno della caldaia che era pieno di calcare (messo in ammollo tutto il blocco incluso le resistente per un giorno interno) ed voilà ora si è rimessa a funzionare alla grande.

unamico ha detto...

grande, l'ambiente ringrazia.

Giuseppe ha detto...

Salve, un grande grazie, con le vostre esperienze sono riuscito a far ripartire la mia de longhi icona.
Volevo esporvi un mio dilemma, il led verde non si accende cosa puo essere? Si é bruciato il led oppure un termostato non funziona?
Un grazie speciale ad UNAMICO.

unamico ha detto...

Giuseppe, con lo schema si andrebbe meglio a capire da cosa dipende. Sicuro sia un led? te lo chiedo perchè stai parlando di un modello diverso. Ad ogni modo... segui i fili e cerca di capire quale interuttore lo accende....difficile che un led si "bruci" ma se hai il dubbio sostituiscilo (costano poco e si trovano di recupero un pò dappertutto). Occhio che i led hanno una polarizzazione e se lo inverti non si accenderà di sicuro. Se invece è una lampadina ad incandescenza allora è più facile. in bocca al lupo e.... happy hacking!

Giuseppe ha detto...

Grazie per la risposta tempestiva, il modello è lo stesso delonghi icona eco310v,quindi potrebbe essere un termostato? Grazie

unamico ha detto...

giuseppe....allora...vado un pò a memoria, potrei sbagliarmi ma provo a fare dei semplici ragionamenti. Le spie non mi sembrano dei led ma delle normali lampadine 230V. Puoi provarle con un semplice tester da 5 euro (test diodi o ohmetro) e capisci immediatamente se il problema è lì. Stacca i fili e verifica se c'è continuità in entrambe le direzioni se lampadine, in una sola direzione se sono led (così ti togli il dubbio). Se non danno segni di vita (interrotti) sostituisci.
Di termostati ce ne dovrebbero essere due. uno per la temperatura dell'acqua (caffè) ed per il vapore (a temp più alta) che fa anche da sicurezza per evitare l'esplosione della caldaia se il primo non interviene. I termostati sono più difficili da provare, dovresti scaldarli e controllare se il contatto si chiude o apre a seconda di come sono fatti.
Il problema è che quei termostati sono più difficili da reperire (rispettando la temp. di intervento) e vanno sostituiti con cautela (uso della pasta termoconduttiva).
Quindi...per rispondere... sì "potrebbe" essere un termostato, ma "potrebbe" essere solo un problema di lampadina (più probabile).
Io al tuo posto proverei la lampadina. Do per scontato che i contatti sono tutti al loro posto e non si è staccato nulla nello smontaggio/rimontaggio (controlla bene).
Ciao

Giuseppe ha detto...

Grazie, scusami, ma mi sono espresso male sono delle lampadine. Proverò con un tester, ti aggiornerò nei prossimi giorni

Giuseppe ha detto...

Ciao, mi sono espresso male, sono lampadine. Proverò con un tester. Grazie.

Stefano ha detto...

Ciao e grazie unamico, nel modello icona vintage si è rotto il raccordo in ottone inserito nella caldaia. Io non sono riuscito a recuperare rondella e/o guarnizione citate nel post di Andrea. Dopo che le avrò recuperate, mi sai dire come vanno posizionate? ....guarnizione esterna e rondella interna, contrario, accoppiate? ....grazie Stefano

unamico ha detto...

Ciao Stefano.
Allora.... qui si parla di altro modello, per cui non ne ho idea di come siano disposti e progettati i "raccordi" alla caldaia. Provo però a fare un semplice ragionamento per aiutarti comunque (poi dimmi se sbaglio) a mettere in funzione l'inventiva ahimè pare assopita da tempo per i più. Presumo che ci sia qualcosa che si avviti, altrimenti che cosa serra per bene la quarnizione? Presumo inoltre che la rondella serva a tenere e premere uniformemente la guarnizione. Per cui, nel senso di avvitatura del raccordo, la rondella (presumo rigida) dovrebbe premere la guarnizione (presumo di gomma siliconica) che deformandosi va a sigillare il foro... pertanto non è difficile intuire la sequenza corretta. Per esserne sicuro dovrei avere sottomano il modello e procedere con il solito metodo...o la va o si spacca ;-) Nel dubbio valuta di portarla da qualcuno che reputi esperto (e degno di fiducia), chiedi quanto mai potrebbe costare "sfruttare" la sua esperienza ed il suo tempo e decidi se (secondo te e le tue valutazioni) ne vale la pena.
in bocca al lupo.

Mario Mazzocchi ha detto...

ho questa icona deloinghi 310bk che pompa l'acqua con poca pressione.
l'ho già decalcificata e ho provato a cambiare la pompa con un modello diverso.
ho cambiato anche lo schiumatore (quello che si trova sul gruppo)
ma il problema persiste.
qualcuno sa che cosa potrebbe essere?

unamico ha detto...

Mario... prova a ragionare:
1) decalcificazione insufficente o qualche percorso "intasato" difficile da decalcificare
2) caffè troppo pressato o polvere troppo sottile
3) filtro caffè otturato in parte
elimina al 100% tutte le cause e trovi la soluzione. Il dubbio al problema 2 e 3 li risolvi facendo uscire acqua senza porta filtro. Se fluisce con difficoltà hai ancora del calcare da qualche parte (smonta la caldaia e dacci un occhiata dentro)

magari se ti prendi la briga di leggere per bene troverai qualcosa di utile. Un abbraccio

Sergio ha detto...

Ciao a tutti e grazie a unamico per aver messo a disposizione la sua esperienza sul blog e aver dispensato i consigli agli sfortunati/fortunati possessori di questa macchinetta! Ebbene si, anch'io posseggo la DeLonghi Icona mod. 310, che fino a qualche mese fa faceva degli ottimi caffè, finchè a un certo punto era talmente "spompata" che uscivano solo delle gocce catramose :-D . Grazie a questo blog e alle varie esperienze esposte ho cercato di ripararla e dopo aver fatto decalcificazioni "pesanti" sono giunto alla conclusione che qualche pezzo fosse talmente intasato da far diminuire la pressione della pompa che a vuoto, cioè staccata da tutto il resto della macchina, sembrava spingere bene. Per farla breve ho sostituito prima il filtro dell'acqua e la valvola antigoccia, acquistando anche la guarnizione della caldaia nel caso ci fosse stato bisogno di aprirla, cosa che poi ho fatto perchè il problema persisteva...La caldaia era perfettamente pulita quindi non restava che l'ultima soluzione che, per quanto strano, sembrava l'unica possibile: sostituire la pompa. E infatti...era proprio lei la colpevole! Ok, torno a gustare i miei caffè e spero che la mia esperienza vi sia stata utile.

unamico ha detto...

Sergio, sicuramente il tuo post è stato utilissimo. Grazie. Dovremo trovare un modo univoco per collaudare la pompa, giusto per discriminare da subito le cause di perdita di pressione rispetto al dubbio delle incrostazioni ed evitare di aprire la caldaia che è sempre un operazione critica. Forse, nel dubbio, è meglio procedere come suggerisci tu... disincrostazione pesante, sostituzione componenti meno costosi e sostituzione pompa, solo se si è sicuri al 100% che il resto sia a posto e libero da ostruzioni.
Grazie ancora.

Sergio ha detto...

Hai ragione, ci fosse un modo per testare da subito la pompa si risparmierebbero un sacco di prove che si è costretti a fare, ormai posso rimontare la macchina a occhi chiusi in stile Forrest Gump...:-D Volevo aggiungere che una volta smontata la caldaia e appurato che era pulita, l'ho rimontata senza neanche sostituire la guarnizione che avevo acquistato, e per ora sembra tenga bene. Poi, mentre gustavo finalmente il primo caffè dopo la riparazione, ho smontato la pompa guasta, e anche lì, come per la caldaia, non c'era traccia di calcare o altro che ostruisse il passaggio dell'acqua. Quindi perché non dava pressione? L'avvolgimento ha qualche spira in corto? Chissà...

Paola Genova ha detto...

Ciao, che meraviglia questo blog, sei molto gentile ad offrire aiuto ai caffè-dipendenti come noi, grazie!
Il mio problema con la DeLonghi eco311 non l'ho trovato in nessun post, quindi te lo espongo, si surriscalda al punto che non la si può toccare, anche dopo solo due caffè. Considera che noi la spegnamo sempre manualmente dopo l'erogazione, anche se dopo nove minuti si spegnerebbe da sola. Il caffè viene erogato bene, il cappuccinatore funziona, i filtri sono nuovi e uso acqua di bottiglia con poco calcio, in quanto dove abito io, quella di rubinetto è durissima.
Prima di provare ad aprirla, hai qualche idea sul perchè di tutto questo calore? Grazie per il tuo tempo, ciao.

unamico ha detto...

Non è molto chiaro ma provo a dare una breve spiegazione (in mancanza di misure o descrizioni più accurate). La temperatura max dell'acqua è tarata in base a due interruttori termici, uno per il caffè uno per il vapore. Due diversi metalli accoppiati con diverso coefficiente di dilatazione, all'aumento della temperatura si piegano aprendo un contatto elettrico che stacca la corrente alla resistenza di riscaldamento. La soglia di temperatura del corpo caldaia nella quale l'interruttore interviene è stabilita dal produttore dell'interruttore termico (attorno agli 80 gradi circa per il caffè e 100 per il vapore). Se a tuo giudizio la macchinetta scotta "troppo" potrebbe essere per un interruttore termico "starato" o difettoso che interviene "troppo tardi".
Non ricordo se quelli installati sono in qualche modo tarabili/regolabili con una vitina (di solito con stampato un +/-). L'eventuale modifica dell'impostazione di fabbrica non è comunque un operazione "fai da te" (a parte che io lo farei :-) per un utente medio...rischi di mandare a fuoco la macchinetta o fondere le parti in plastica (tipo la guaina isolante dei fili elettrici)... vedi tu se è il caso di mandarla in assistenza/riparazione. Alla peggio sostituisci i termici con interruttori di pari valore. In bocca al lupo (e ricorda che potrei anche sbagliarmi ;-)

Paola Genova ha detto...

Grazie mille per la tempestiva risposta! Ti terrò al corrente. Saluti, Paola.

daniele ha detto...

Ciao Carissimo ho una eco 310 w bianca che appena accendo dal pulsante della corrente salta il generale di casa.Portata dal medico dice sia resistenza lavoro completo 45 euro però adesso mi compro resistenza online e con 10 euro me la cavo.è difficile da fare?secondo te potrebbe essere altro?

unamico ha detto...

Daniele, non lo so se è difficile...credo di no. Dovrai smontare del tutto la caldaia per la sostituzione e poi rimontarla correttamente sperando di non fare danni e che la guarnizione tenga. Qui qualcuno ci è riuscito, io non ho mai provato.
Per la causa... sicuramente un basso isolamento di qualche componente. Se il medico ha detto resistenza allora è la resistenza e la responsabilità è sua. Altrimenti la responsabilità è tua se decidi di arrangiarti e togliere 45 euro al riparatore (valuta preventivamente se se lo merita). in bocca al lupo.

Daniele ha detto...

più che altro il medico ha detto che l'ha trovata a 89 euro nuova non so dove dove ovunque costa almeno 120 euro.comunque stasera ci passo e decido credo che lui faccia la resistenza a 16 euro.
Grazie mille sei velocissimo e disponibilissimo.

claudio a ha detto...

ciao la eco 310 di mia moglie (io non lo bevo neanche il caffè) perdeva acqua e seguendo le tue indicazioni ho aperto la macchina, ho visto il raccordo caldaia rotto e con 3,00 € (raccordo + guarnizione caldaia per sicurezza) l'ho riparata.
Grazie

unamico ha detto...

Claudio, fa piacere sapere che hai risolto, anche se non sei caffeinomane come molti qui ;-) Grazie a te.

Anonimo ha detto...

Ciao vado per accendere la macchina ma dopo 5 secondi si spegne cosa è successo?

unamico ha detto...

si spegne Sistematicamente dopo 5 secondi?...mmm... sono propenso a pensare ad un termico fuori taratura ma non mi risulta ce ne sia uno che taglia tutta l'alimentazione alla macchinetta. Ce ne sono 2. uno per l'acqua del caffè ed uno per il vapore, entrambi staccano solo la resistenza (credo di ricordare).
Quindi... io proverei a sezionare e seguire la strada dell'alimentazione a 230V. Do per scontato che stiamo parlando del modello oggetto di questo post ovviamente. Se è un altro con scheda elettronica allora il discorso cambia.
In bocca al lupo.

roberto francescon ha detto...

Ciao
Ho lo stesso modello con quasi 10 anni di onorato servizio ma ora fa un caffè schifoso ,imbevibile..cosa potrebbe essere e cosa devo fare ? Comprare un liquido per la decalcificazione?

unamico ha detto...

Roberto, dopo 10 anni... direi che una pulita a fondo ci potrebbe stare comunque, ma moooolto a fondo. A far le cose a regola d'arte andrebbe rigenerata per bene dopo smontaggio ai minimi termini e verificare "eventuali" depositi di calcare, ossidi (anche dentro la caldaia) o presenza di residui nel blocco porta filtri. Dubito che un semplice lavaggio con decalcificante possa risolvere... prova eventualmente con più cicli e vedi se la situazione migliora. in bocca al lupo

Andro Enzo ha detto...

Buonasera , posseggo una Eco310 da piu' di 2 anni , dopo aver sostituito il kit valvola erogazione perchè fuoriusciva sempre acqua , ora il problema è diverso ,la macchinetta quando inserisco caffe' in polvere o cialda funziona a "singhiozzo" , come se non ce la facesse , già provato a decalcificare e pulire accuratamente i vari filtri.
Potrebbe essere la pompa ULKA ? Che ha un costo di 19 euro

unamico ha detto...

Enzo... la logica suggerisce che si, potrebbe essere la pompa. Se è tutto pulito e la polvere di caffè è la stessa, l'unico componente che rimane come imputato è la pompa. Stano che abbia durato solo due anni...in genere è molto più longeva. Prima di sostituirla assicurati al 100% (centopercento) che il resto sia a posto (caldaia, condotti, filtri ecc.ecc). in bocca al lupo.