mercoledì 27 luglio 2011

Sigarette fai da te (parte 16) Liquido bollente

Sempre alla ricerca di nuove emozioni, vivo + che mai, attivo come un furetto e vecchio come il cucco. Ultimamente mi hanno definito "asociale mentalmente disturbato"...!!... e vabbè, forse è vero. Il catalizzatore di questo anatema è stata la notizia che come "vecchio" svapatore e fondatore dello "sciopero della spesa" che ho proclamato e che rispetto ad oltranza, mi produco in casa gli aromi per i miei piaceri inalatori. L'ultimo esperimento (perfettamente riuscito) è conseguenza del ritiro dal mercato di un (ottimo) prodotto pensato dal fornitore per simulare il colpo in gola delle siga 1.0 e le sostituzione con un altro prodotto che reputo orripilante e mi si consenta di dire (IMHO) schifoso, oltre che costosuccio. Tocca arrangiarsi come sempre e contare sugli "altri" sempre meno. Fai da te è il motto del nuovo millennio e fanculo fornitori e multinazionali. Allora. Si prendono 100ml di glicerina vegetale già diluita con acqua osmotizzata (purezza farmaceutica) in rapporto da 80/20. Si mettono in infusione dei peperoncini secchi presi interi e sbriciolati a mano grossolanamente (semini interi e buccia, non si butta nulla). Ne bastano pochi, una manciata per intenderci, anche meno. Già dopo poche ore, il liquido inizia a prendere una colorazione ambrata che tende a virare verso il rossiccio con il tempo. Il liquido risultante lo si può svapare anche così come viene, senza alcuna diluizione (per chi ha i bronchi la gola e la lingua bruciati dai toscani e da trent'anni di fumo attivo) o usare come aroma correttivo per conferire alla propria miscela un tocco di "hit" in più (de gustibus...). Il peperoncino ha molte proprietà, fra cui quella batteriostatica (come la nicotina). In questo modo si otttengono molti vantaggi:
  • le gengive non si irritano come quando smesso di assumere nicotina
  • il colpo in gola è "simile" a quello dato da certi tabacchi "forti"
  • la sensazione del colpo in gola avviene anche con cartomizer usati troppo (che tendono ad abbattere i sapori)
  • si risparmia tantissimo nell'acquisto di liquidi aromatizzati
  • ci si regola con le dosi evitando i pre-confezionati. 
Per il prelievo basta una normale siringa, non c'è bisogno di filtrare nulla se non si è polverizzato l'additivo. La svapata lascia col tempo dei residui liquidi scuri e concentrati che suggeriscono di lavare il cartomizer ogni 5 ricariche. I residui sulla resistenza non sono più di quelli lasciati dai normali aromi industriali. Le prime volte meglio partire con dosaggi bassi per poi aumentarli sino alla propria personale dose di tolleranza. Se si esagera... ci si accorge dalla tosse :-) meglio diminuire. La sensazione è comunque piacevole e l'additivo al peperoncino, in basso dosaggio, esalta anche gli aromi base. Se per caso il liquido viene in contatto con lingua o labbra...pizzica... ma questo non dovrebbe accadere mai se si usa una buona e-cig.
Serve altro? Per mè è abbastanza...non male per un disturbato mentale. Alla prossima. 

P.S. 001 010 111 Ripeto: 001 010 111

lunedì 25 luglio 2011

L'agente PACK

Sto ancora ridendo, dopo aver letto il report dell'agente PACK. Riferisce "per dovere d'ufficio", come da "disposizioni", di uno scambio di battute in chat nei canali IRC apparentemente associati a dei supposti criminali informatici (li chiamano così!) che chattano in merito ad un operazione ddos (si suppone) verso un sito legato ad un noto movimento p*litico (noto per l'elevata presenza di indagati, pregiudicati, condannati in terzo grado e collusi con la m*fia). L'agente PACK (sì, un vero pacco), conclude con "Dal controllo effettuato ripetutamente nell'arco dell'intero turno, il sito internet del *** è risultato sempre raggiungibile". 
Quindi la notizia è che un nostro dipendente ha datro ordine ad un suo sottoposto di navigare e chattare dalle 22:00 alle 07:00. Questi, riferisce che due utenti "identificati" (con dei nick!!) si sono scambiati, dalle 00:29 alle 00:36, 16 brevissime battute ma non hanno prodotto alcun risultato penalmente perseguibile. Otto ore stipendiato per "monitorare"... possibili attacchi a siti istituzionali... sarà vero? Se mettiamo un agente per ogni canale IRC, otto ore al giorno, credo non basterebbe la popolazione italiana che sa usare un computer per un monitoraggio efficace. E c'è da pensare che l'attenzione sia rivolta solo verso la "protezione" di certi siti affini ad un certo movimento p*litico o peggio di una specifica persona  e questo perchè la p*lizia da tempo non è più ...lasciamo perdere và che è già troppo complicato poi spiegare... Comunque, il sito "attenzionato" a mio avviso non è propriamente istituzionale ma legato ad uno specifico partito p*litico. La relazione di servizio è un capolavoro di comicità e risulta facile capire perchè uno dei gruppi di hacktivisti che si sta battendo per le libertà ed i diritti negati, abbia un nome che si può tradurre con "grasse risate".  Grazie ragazzi. Alla prossima.

P.S. il pacco è andato. Ripeto: il pacco è andato.

domenica 24 luglio 2011

Bilancio tecnico: 100% ko

Una bomba, un salto sul letto alle 6 di mattina e la tragedia si consuma in una frazione di secondo. Un fulmine caduto a pochi metri da casa, un esplosione da infarto e di colpo sono tagliato fuori dal mondo. La sala server è andata, completamente andata. Server, Router, Modem ADSL, Switch, UPS, Fonera... tutto andato, irrimediabilmente andato. Tutte le interfacce di rete sono distrutte mentre gli alimentatori hanno retto. Purtroppo...il server ha l'interfaccia di rete incorporata nella MB per cui occorre sostituire tutto il pezzo. L'UPS va in sovraccarico e fischia... una volta spento non si riaccende nemmeno. Il Fritz... sembra che funzioni ma non si riesce di collegarsi se non via wi-fi... con i cavi meglio lasciare perdere. La fonera...bruciata con colatura parziale della plastica. Mezza giornata e l'operatività è ripristinata con i pezzi gemelli tenuti a magazzino per evenienze di questo tipo. Un vero piano di Disaster Recovery... ben riuscito. Ora meglio procedere con i backup straordinari, giusto per non sfidare troppo la sorte e da lunedì opera di recupero di nuove apparecchiature di "emergenza". Alla prox. 

P.S. La lana è caprina. Ripeto: la lana è caprina.

martedì 12 luglio 2011

Faceb**k FU!

Sono il felice utente di Google+ e ne sto testando le funzionalità. La cosa che mi elettrizza è avere accesso ad una cosa "esclusiva" (per ora) che non ce l'hanno tutti (ad oggi solo 10 milioni di utenti) ma soprattutto mandare a f*nc*lo Facebook che da quando esiste mi sta fortemente sugli zebbedei, compreso il suo fondatore e la moltitudine di troll ed unani che lo seguono senza sapere esattamente cosa stanno facendo, solo perchè era di moda e ne parlavano i giornali. Tiè.

P.S. la torta è nel forno. Ripeto: la torta è nel forno.