martedì 26 gennaio 2010

Sigarette fai da te - ricarica (parte 3)

Bene, le sigarette elettroniche abbiamo visto cosa sono, come funzionano, come sono fatte e cosa serve per iniziare. Ora però è meglio informarsi su come si ricaricano le cartucce (se si ha avuto la saggezza di procurarsi i modelli ricaricabili che sembra non si trovino in farmacia, chissà perchè) e facciamo due parole sui gusti disponibili. Per mera comodità pratica, mi sono auto costruito un supporto in legno forato, per far stare in piedi le cartucce ed evitare che rotolassero sul tavolo col rischio di perdere qualche pezzo. Una serie di fori da 8 mm per la cartuccia ed una serie di fori da 7,5 mm per i tappi e per le scodelline (trasparenti). Dopo aver tolto la "lana" dalle scodelline (è un materiale sintetico non assorbente) si dispongono in ordine e si procede con il liquido di riempimento. 6 o 7 gocce per le scodelline D-shape XL da 0.04 ml, non di più altrimenti il liquido trabocca dal bordo quando si inserisce la "lanetta". Richiudere il tutto è un gioco da ragazzi in quanto in queste cartucce la scodella non occorre forzarla all'interno come in altre. Il riempimento è un operazione abbastanza rapida ma per il riempitivo...occorre fare i conti con i gusti di ognuno.

Il mio suggerimento è di preferire un liquido base morbido, composto da glicerina vegetale che fa più vapore di quella sintetica e non raschia la gola. Per gli aromi...c'è veramente da impazzire e provarli tutti in tutte le combinazioni, c'è da perdersi davvero, col rischio di dimenticare sia la composizione, sia il ricordo delle prime prove. In questo caso l'imprinting è fondamentale ai primi tiri. Per i gusti basta dare un occhiata ai siti specializzati in aromi al gusto tabacco... Camel. Marlboro (con nomi diversi per via dei diritti sui marchi, per passare al virginia, cubano, toscano ed un altra fila di nomi mai sentiti. Interessante l'uso di un intensificatore di vapore ed un intensificatore di sapore. Ma il sapore è uguale alle sigarette cui si è abituati? No, dipende. Il sapore del vapore con gli aromatizzanti naturali (estratti vegetali), per quanto si cerchi di riprodurre la composizione delle molecole presenti nel fumo, non è lo stesso e la sensazione è simile ma non uguale. Occorre dire che lo stesso  aroma produce sensazione diverse a seconda dei momenti della giornata, prima o dopo mangiato e da tanti altri fattori che per brevità non elenco. Per cui, eventuali suggerimenti o consigli non hanno molto senso. La sensazione è soggettiva, estremamente soggettiva. Per qualcuno l'aroma è amaro, per altri fruttato, a parità di liquido. Varia la sensazione anche in base alla concentrazione prescelta. Su 50ml di base neutra (con o senza nicotina) bastano 8-10 gocce di aroma concentrato (combinazioni comprese). Alcuni sapori prevalgono su altri. Tiramisù, amarena, menta e caffè sono sapori forti che coprono molto gli altri, per cui principalmente vengono usati come modificatori piuttosto che come liquido base. Particolare è il gusto sigaretta (generico) giudicato da alcuni come sapore da posacenere e per altri buono ma "forte" (per quello che significa...boh). Io personalmente? Base Cuban Supreme 7 gocce, con intensificatore di sapore MTS 2 gocce ed una di Dark Vapure per dare un pò di corpo.
Il risultato è pieno e delicato, veramente gradevole. Chi per iniziare prende il Desert Ship (simil Camel) che in ogni caso è al secondo posto fra le mie preferenze, potrebbe restare deluso. Vapore e prodotto della combustione sono due cose completamente  diverse. Alcuni "trucchi". Alla prima impressione, può sembrare che il tiro non sa di nulla o non dà il colpo in gola tipico di certe sigarette. Per ottenere l'effetto basta aggiungere alcune gocce di ruhm, grappa o menta piperita. Se piacciono i gusti dolci, un pò di vaniglia è l'ideale. Il tiramisù va usato in dosi minime, cosi come l'amarena che conferisce un retrogusto fruttato. La liquirizia o il caffè vanno usati come "additivi" correttori di sapore. Trovare la propria combinazione ideale è un percorso lungo ed interessante. Da due mesi sto ancora sperimentando nuove sensazioni, cosa che prima mi era preclusa. Perciò, sono molto soddisfatto. Alla prossima

P.S. Rete da pesca all'asciutto e polvere di stelle.  Ripeto: Rete da pesca all'asciutto e polvere di stelle.

3 commenti:

evilsocket ha detto...

Ciao, ho appena scoperto il tuo blog e concordo pienamente con la tua politica anti consumista .
Volevo chiederti un informazione.

Sono un fumatore accanito (1.5 pacchetti al giorno) e sia per motivi di salute che economici vorrei provare la sigaretta 2.0 .

Facendo una ricerca sul web però, trovo solamente rivenditori che danno cartucce monouso (le usa e getta insomma) che non si possono ricaricare (di conseguenza + inquinamento + soldi da spendere - scelta sugli aromi).

Sapresti indicarmi un sito/posto dove poter acquistare tutto il necessario (carica batterie usb compreso) + le cartucce ricaricabili + i vari concentrati ecc per comporre gli aromi?

Grazie in anticipo :)

unamico ha detto...

Noterai che non ho inserito alcun link ad alcun sito. Puoi però chiedere lumi a lonegunman nel sito esigarettaportal.it dicendo che ti manda unamico... Ciao

evilsocket ha detto...

Eheh si immaginavo fosse voluta come cosa, sempre per la storia di non fare pubblicità gratuita a distributori e brand vari, per quello ho pensato di chiedere sperando un una risposta via email XD

Anyway, chiederò a quell'utente che mi hai indicato, grazie ancora :)